Spesso negli anime come Gundam vediamo i piloti muovere i loro robot con una tecnologia che usa le onde cerebrali o comunque senza quelle leve e quei bottoni tipiche dei robot degli anni Ottanta. Ora quella tecnologia ha avuto anche una prima applicazione nella vita reale, grazie proprio a un modellino di Gundam. La tecnologia Psycommu nel mondo reale.

Il modellino è disponibile nel pack Zeonic Technics di Bandai uscito lo scorso anno. Il kit include un modello motorizzato del mobile suit Zaku del Principato di Zeon, oltre a un’app per smartphone che consente di programmare varie sequenze di movimento.

Di solito i controlli avvengono tramite smartphone, ma NeU, un team di ricerca della Tohoku University e Hitachi, ha sviluppato un metodo che utilizza una fascia studiata appositamente e che potete vedere nel video in alto.

Dopo aver allacciato la fascia sulla fronte e atteso alcuni istanti per la sincronizzazione con il dispositivo, la fascia misura il flusso sanguigno cerebrale e invia i dati in modalità wireless allo smartphone per attivare i movimenti. Il sensore è in grado di distinguere tre diversi livelli di attività cerebrale, ciascuno dei quali può essere collegato a una diversa sequenza di movimento.

Attualmente, siamo ancora alla fase di prototipo, ma un passo avanti per pilotare i modelli Gunpla come i veri piloti dell’anime.

Gundam

La serie Mobile Suit Gundam è un anime creato da Yoshiyuki Tomino e Hajime Yatate per Sunrise nel 1979.

L’anime è ambientato in un futuro prossimo in cui l’umanità ha iniziato a colonizzare lo spazio ed è incentrata su robot antropomorfi da combattimento con pilota umano.

Essa si inserisce nel filone mecha della fantascienza, in cui introdusse un senso di realismo che diede avvio al sottogenere real robot.

gundam

Costruite il vostro robot con Mobile Suit Gundam RX-78-2 Gundam, Bandai Gundam Universe

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui