In Gotham Knights, attesissimo nuovo titolo videoludico dedicato a Batman, vedremo una Gotham (e un mondo) senza Bruce Wayne, ma non di certo privo di eroi. Su Twitter, l’account ufficiale del videogioco ha postato una nuova immagine che, nel dettaglio, analizza il costume e gli accessori in dotazione di Robin, al secolo (in questo videogioco) Tim Drake.

Come si può vedere, non viene tralasciato nessun dettaglio: partendo dalla maschera si passa alla copertura delle spalle e ai guanti, passando poi per le protezioni delle gambe e gli stivali.

Robin in Gotham Knights

Sul personaggio, si è espresso in precedenza il Creative Director di Gotham Knights Patrick Redding, sottolineando l’importanza della sua storia e della sua evoluzione.

Tim Drake è stata la nostra scelta come Robin sin dall’inizio e per ragioni che non ho ora intenzione di svelare, perché si collega alla più ampia narrazione della storia, ne parleremo più avanti.Tim era il Robin giusto per essere il nuovo Robin del mondo in cui siamo, ci ha permesso di avere un Robin adolescente in grado comunque di essere un combattente fisicamente formidabile e credibile. Anche se ha già tanto da dare come Robin, per le sue abilità da detective, di combattimento e come uso di gadget, volevamo un Robin che potesse avere un’evoluzione credibile e completa in grado di portarlo a diventare il nuovo Cavaliere Oscuro di Gotham City . Tutto ha molto senso, è fantastico perché se si ha familiarità con la tradizione dei fumetti, questo non è un territorio completamente inesplorato. La gente si è posta la domanda: ‘Dove sta andando Tim? In cosa si sta trasformando?’ La gente sente che potrebbe essere un detective migliore di Bruce Wayne da un certo punto di vista, ma ha anche alcune delle altre caratteristiche di Bruce, in cosa si evolverà? Per noi è davvero divertente, narrativamente e per la sua singola evoluzione. È un personaggio che mi piace, che può creare un mito percorrendo la strada che lo porta al costume del Cavaliere Oscuro”.

Gotham Knights – il videogioco

Warner Bros. Interactive Entertainment descrive così Gotham Knights:

Batman è morto. Spetta ora alla Batman Family—Batgirl, Nightwing, Red Hood e Robin —proteggere Gotham City, instillare speranza ai suoi cittadini, disciplina ai suoi poliziotti e paura ai suoi criminali. Dovere evolvere nel nuovo Cavaliere Oscuro e salvare Gotham dal caos.

Patrick Redding è entrato però più nello specifico del mondo di Gotham Knights tra atmosfera, città, giocabilità e personaggi:

Due elementi creano l’atmosfera del videogioco: il primo è senza dubbio la presenza della Corte dei Gufi in una Gotham che ha 350 anni di storia, insieme al focus sul mistero e l’enfasi che porta la scoperta di alcuni segreti. Volevamo una Gotham che potesse rappresentare visivamente questa trama, tutti i quartieri e i distretti rispecchiano con l’architettura la storia delle più importanti famiglie della città. Ogni edificio è simbolicamente anche una delle fondamenta della città. Per il secondo, volevamo che Gotham avesse un ecosistema, una città in cui tornare notte dopo notte, piena di crimine, nella quale i personaggi potranno evolversi e diventare cavalieri. Questo aiuta anche il ritmo narrativo, ciò che succede di notte influenzia particolarmente gli eventi del giorno. Per fare questo, c’era il bisogno di cittadini che vivessero una città del genere, tentando continuamente di sopravvivere. C’era bisogno di una polizia ostile, che tenta di proteggere questi cittadini ma non sempre lo fa nel modo giusto. Poi, ci sono ovviamente tutte le fazioni criminali e tutti i villain, che stanno approfittando dell’opportunità di non avere Batman alle costole. È questo l’ecosistema in cui immergeremo il giocatore e nel quale gli chiederemo di seguire l’evoluzione dei protagonisti. Una continua pentola che bolle, che continua a sfornare sorprese, a creare sfide, nuovi tipi di nemici, di crimini, di situazioni, mentre ci si impegna notte dopo notte.

Gotham Knights è giocabile sia in modalità giocatore singolo sia in modalità cooperativa online per due giocatori e sarà disponibile nel 2021 per PlayStation 5, PlayStation 4, PlayStation 4 Pro, la famiglia di dispositivi Xbox One inclusi Xbox Series X e Xbox One X e PC.

Acquista Robin. Anno uno in attesa del videogioco

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui