Diabolik è uno dei cinefumetti più attesi dell’anno. Il valore storico-sociale del personaggio è indubbio così come quello dei nomi coinvolti nel progetto… allora perché il Venerdì di Repubblica è riuscito a compiere un errore tanto banale?

Stiamo parlando della copertina che preannuncia il numero in uscita domani che trionfante recita:

A quasi 60 anni il criminale a fumetti più famoso d’Italia piazza il suo ultimo colpo. E finalmente diventa un film.

Diabolik non arriva "finalmente" al cinema

Diabolik non arriva “finalmente” al cinema

Non si tratta di entusiasmo, giustificato, né di puntigliosa semantica bensì di pura e semplice superficialità perché Diabolik non “arriva finalmente” al cinema al massimo “ritorna finalmente” al cinema.

Sì perché il ladro creato dalle sorelle Giussani è già stato protagonista di un film datato addirittura 1968!

Diabolik – il primo film cult

Diabolik è già arrivato al cinema, nel 1968, con un film che, pur non raccogliendo moltissimo in Italia è diventato un vero e proprio cult all’estero venendo molto apprezzato per esempio dalla prestigiosa rivista francese Cahiers du Cinéma.

Il film fu una produzione italo-francese capeggiata da Dino DeLaurentiis che acquistò i diritti della produzione direttamente dalle sorelle Giussani. Alla regia inizialmente doveva esserci Tonino Cervi che però venne licenziato direttamente dopo una settimana sostituito da quello che all’epoca era considerato il miglior effettista italiano ovvero Mario Bava che cambiò subito il cast scegliendo John Phillip Law come Diabolik, Marisa Mell come Eva Kan e Michel Piccoli come l’ispettore Ginko.

Con un budget di 200 milioni di lire, il più alto per quel genere di produzione, Bava confezionò un film culto considerato da alcuni uno dei migliori film pop degli anni sessanta, grazie alla sua incredibile commistione di pop art, optical art, psichedelia e futurismo. Il regista Roman Coppola lo ha, per esempio, citato direttamente come ispirazione per il suo film del 2001 CQ.

A completare la pellicola poi c’è la colonna sonora firmata addirittura dal Maestro Ennio Morricone.

Per quanto non uno dei capolavori della cinematografia italiana, Diabolik di Mario Bava merita sicuramente più rispetto e attenzione da parte di chiunque scriva oggi della nuova pellicola dei Manetti Bros. al netto anche dell’indubbio valore storico-sociale che il personaggio creato dalle sorelle Giussani, con una storia editoriale invidiabile ed un successo mondiale, ancora mantiene e tale da considerare una seppur fugace fase di studio sulla storia, sulle origini e la pubblicazione del personaggio.

Si tratta purtroppo dell’ennesimo in caso in cui, con un misto di superficialità e incoerenza, la stampa generalista liquida il mondo del fumetto ostracizzandolo e “normalizzandolo”: un titolo che cerca subito il colpo ad effetto contro un articolo di approfondimento, sicuramente interessantissimo, firmato da Luca Raffaelli che troveremo domani all’interno.

Come dice il detto? “Non si dovrebbe giudicare un libro dalla sua copertina”, decisamente no ma un po’ noi lettori/appassionati di cultura pop, ancora prima che addetti ai lavori, un po’ male ci rimaniamo.

Diabolik – il film

Diabolik sarà l’adattamento cinematografico delle avventure del personaggio creato da Angela e Luciana Giussani, è diretto dai Manetti bros., scritto da Michelangelo La Neve e Manetti bros., che hanno firmato anche il soggetto insieme a Mario Gomboli.

Il cast è composto da Luca Marinelli nei panni del Re del Terrore; al suo fianco, ci sarà Miriam Leone come Eva Kant, mentre Valerio Mastandrea sarà il volto dell’ispettore Ginko. Compariranno anche Alessandro Roia, Serena Rossi, Claudia Gerini, Roberto Citran.

Diabolik – il gioco da tavolo

Diabolik sta per approdare anche nel mondo dei giochi da tavolo con Diabolik Colpi e Indagini.

Diabolik Colpi e Indagini è stato sviluppato dalla DAM Things! di Luca Maragno per Astorina e Pendragon Game Studios e sarà disponibile a partire da novembre, anticipando così di circa un mese l’uscita nelle sale del nuovo film dedicato al Re del Crimine – per tutti i dettagli cliccate QUI.

Acquista Diabolik. Eva Kant entra in scena. L’arresto di Diabolik: il remake

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui