Dopo una miniserie durata ben 14 albi (qui e qui potete leggere le nostre recensioni) Mister No torna ad essere pubblicato con un volume che raccoglie alcune storie importanti del personaggio: stiamo parlando di Sangue sul Sertao.

Il Sertao è una zona difficile già di per sé per natura. Stiamo parlando di uno dei territori climaticamente più difficili del Brasile, in cui le avversità naturalistiche si affiancano a situazioni di vita ancora più dure.

E questo volume di Mister No prova a dare attenzione a tutto ciò. Il Sertao e Bahia sono i due territori che si alternano in queste storie in cui la ridente popolazione di Bahia si avvicenda con le dure storie di vita dei territori del  Sertao.

Mister No – Sangue sul Sertao: storie di profeti e di territori in guerra

Nel Profeta vediamo gli abitanti di un villaggio del  Sertao che sono assolutamente assuefatti dalle parole e dalle azioni di un presunto messia, mentre la tensione a livello militare inizia a farsi sentire.

Mentre in Sangue sul Sertao troviamo la famiglia Guimaraes, proprietaria di una fazenda, che avvia una dura battaglia contro un’altra famiglia. Questioni di sangue, morti, e scomparse di personaggi faranno ancora una volta capire quanto è dura la vita nel Sertao.

Mister No in tutte queste situazioni è protagonista ed a sua volta un testimone. Così come in alcune delle migliori storie di Tex il personaggio principale a volte si ritrova ad essere non il protagonista assoluto delle sue storie, ma a fare da specchio a vicende e personaggi secondari che vengono messi in primo piano e che creano situazioni intriganti.

Mister No Sangue sul Sertao Mister No Sangue sul Sertao Mister No Sangue sul Sertao

Questo Sangue sul Sertao è un volume che vuole mettere al centro storie di vita e dinamiche sociali di un certo spessore, ma lo fa con la capacità che hanno le storie di Mistero No di intrattenere i lettori.

C’è avventura, umorismo, azione, e ci sono gli spunti di riflessione. E poi non mancano i personaggi femminili di livello, come Miranda, donna importante del passato di Mister No, che nella storia dedicata al Profeta metterà in evidenza tutta la sua umanità e capacità di tirarsi fuori dalle situazioni più pericolose.

Mister No – Sangue sul Sertao: continuità tra passato e presente

Ad alternarsi alla sceneggiatura sono Guido Nolitta e Michele Masiero. Il Profeta e Sangue sul Sertao sono anche un confronto tra il passato ed il presente di Mistero No.

Guido Nolitta ha creato il personaggio e ne ha costruito le basi, mentre Michele Masiero sta tutt’oggi cercando di calare all’interno dei nostri tempi le storie di un character così legato alle radici della Sergio Bonelli Editore.

Ed anche i disegni di Sangue sul Sertao cercano di creare una continuità generazionale. Nonostante la prima storia sia del 1985 e la seconda del 2008, a livello visivo non sembrano esserci decenni di differenza.

Franco Bignotti, Domenico e Stefano Di Vitto cercando di rappresentare i personaggi principali e gli ambienti con un’attenzione per la caratterizzazione dei paesaggi e dei character, ma, allo stesso tempo, senza definire il tutto in maniera tanto dettagliata.

Guardando i disegni di questo volume si ha l’idea di un tratto volutamente un po’ grezzo e non molto preciso, ma che, nonostante non possa definirsi perfetto, riesce a evocare suggestioni e ad essere abbastanza espressivo.

Per tutti coloro che volessero approfondire le storie di Mister No (che sta arrivando in edicola con una collezione cronologica) questo volume può essere il modo migliore per conoscere una delle caratteristiche di base di questo simbolo dell’avventura targata Sergio Bonelli Editore.

Acquista QUI Mister No – Sangue sul Sertão

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui