The Witcher: Netflix pensa a un altro spin-off?

0

L’incredibile successo ottenuto da The Witcher non soltanto ha convinto immediatamente Netflix a rinnovare la serie, ma sembra che stia inducendo il servizio streaming a riflettere anche ad un altro spin-off, dopo la serie prequel già annunciata, The Witcher: Blood Origin e il film animato, The Witcher: Nightmare of The Wolf.

Il nuovo progetto (dunque il terzo spin-off), come riporta Redanian Intelligence, dovrebbe essere incentrato invece sulle streghe e sui maghi del mondo di The Witcher: come abbiamo già potuto vedere nella prima stagione della serie principali, questo tipo di personaggi hanno un grande ruolo politico e un’influenza non indifferente sui regnanti.

In attesa di saperne di più su questi progetti legati al mondo di The Witcher, nonché di vedere effettivamente in streaming la seconda stagione della serie, su Netflix è disponibile uno speciale di più di mezz’ora da dietro le quinte della serie.

The Witcher: Blood Origin

Lo spin-off prequel sarà composto da 6 episodi, con le riprese che si svolgeranno con molta probabilità in Gran Bretagna. Questi i dettagli:

Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di The Witcher, questo prequel racconta l’origine del primissimo “witcher” e gli eventi che portano alla fondamentale “congiunzione delle sfere”, quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno.

Declar de Barra sarà sia showrunner che produttore esecutivo, quest’ultimo ruolo condiviso conLauren Schmidt Hissrich. Andrzej Sapkowski, lo scrittore creatore della saga, avrà il ruolo di consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige FIlms.

Queste le parole di Declan de Barra:

Come fan del genere fantasy, non vedo davvero l’ora di raccontare la storia di The Witcher: Blood Origin. Quando ho letto i libri di The Witcher, una domanda mi è sorta spontanea: com’era veramente il mondo elfico prima dell’arrivo cataclismico degli umani? Ho sempre ammirato l’ascesa e la caduta delle civiltà, il modo in cui scienza, nuove scoperte e cultura siano fiorite proprio prima di quella caduta. Come vaste aree di conoscenza si perdono per sempre in così poco tempo, spesso aggravate dalla colonizzazione e da una riscrittura della storia, lasciando indietro solo frammenti della vera storia di una civiltà.

The Witcher: Nightmare of The Wolf

Il film animato, scritto dallo sceneggiatore dello staff di The Witcher,  Beau DeMayo, e diretto da Lauren Hissrich, sarà incentrato sul mentore di Geralt, Vesemir, che avremo modo di vedere anche nella seconda stagione della serie principale. Il film sarà canonico e, come rivelato in precedenza da DeMayo, subirà gli influssi di altri prodotti animati:

Okay, quindi io sono cresciuto con Sailor Moon.Sono cresciuto con Gundam Wing. Gundam Wing, ancora oggi, sai, se non riesco a dormire… Sono un uomo di 37 anni che mette su un episodio di Gundam Wing, e quindi ho guardato un sacco di Gundam Wing. Ho guardato molto Vampire Hunter, Vampire Hunter D… sono state grandi influenze. Non solo in termini di scrittura ma anche in termini di anime. In termini di guardare cose che erano ambientate in un mondo simile.

Entra nel mondo di The Witcher acquistando The Witcher III – Game Of The Year

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui