Quino, papà di Mafalda, è morto

Addio al celebre argentino.

0

L’artista argentino conosciuto in tutto il mondo come Quino è morto oggi, all’età di 88 anni, a Mendoza, città dove si era trasferito dopo aver lasciato Buenos Aires. Il suo nome completo era Joaquín Salvador Lavado.

Ma la sua eredità, Mafalda ed i suoi personaggi non moriranno con lui, continuando a farci compagnia con la loro caustica maniera di fare umorismo per grandi e piccini.

Mafalda

Mafalda è il protagonista dell’omonima striscia a fumetti realizzata dall’argentino Joaquín Lavado, in arte Quino, pubblicata dal 1964 al 1973, molto popolare in America Latina e in Europa, e molto anche in Italia.

La serie è stata pubblicata su quotidiani e libri diventando famosa in tutto il mondo oltre a divenire oggetto di un vasto merchandising e protagonista di due serie di cortometraggi e, nel 1982, di un lungometraggio d’animazione.

Al personaggio è stata dedicata una statua tra le vie Defensa e Chile, nel quartiere San Telmo di Buenos Aires oltre a una targa commemorativa sull’edificio nel quale l’autore ideò il personaggio.

Mafalda è una bambina ha 6 anni e, come tutti sanno, odia la minestra. Si comporta come ogni bambina della sua età, ma ha anche uno sguardo acuto sul mondo. Si interessa dei problemi del mondo, come la guerra del Vietnam o il razzismo.

Quando chiede spiegazioni agli adulti, le sue domande sono sempre dirette, tanto da far crollare le difese degli adulti. Mafalda è una bambina dallo spirito ribelle, profondamente preoccupata per l’umanità e la pace. Pone domande candide e disarmanti cui è difficile, e a volte impossibile, rispondere. Sono domande che svelano le difficoltà del mondo degli adulti, nel quale Mafalda rifiuta di integrarsi per non diventare come i suoi interlocutori.

Del resto Mafalda spesso si presta anche come testimonial di campagne sociali a favore dei più deboli e dei bambini.

Rileggete Mafalda colpisce ancora. 999 perle dell’«enfant terrible» del fumetto

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui