Rashomon (Akira Kurosawa) diventa una serie HBO Max

HBO Max aggiunge un nuovo contenuto originale.

0

Nel 1950 usciva nei cinema giapponesi Rashomon, il film nichilista di Akira Kurosawa che lanciò nel mondo il talento di Toshiro Mifune. Il film arrivò anche in Italia vincendo il Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia.

Ora HBO Max ha annunciato che ha acquistato i diritti per una serie TV, che però sarà ambientata ai giorni nostri con ogni episodio che metterà al centro “la verità percepita” di un singolo personaggio, raccontando un omicidio da un “unico punto di vista egoistico”. Gli sceneggiatori saranno Billy Ray e Virgil Williams.

In una dichiarazione gli sceneggiatori hanno scritto:

“La nostra partnership su ‘Rashomon’ si basa sul nostro impegno reciproco di rendere ogni singolo episodio, ogni scena e ogni personaggio di questo spettacolo un amorevole omaggio al talento di Kurosawa come artista. Questo è il nostro vero nord”.

La serie arriva ha anche la benedizione della famiglia Kurosawa, con il figlio di Akira Kurosawa, Hisao Kurosawa, che aggiunge:

“Sono lieto di lavorare con Amblin Partners e HBO Max per reimmaginare “Rashomon” per il pubblico di oggi. Sono entusiasta di vedere la visione di mio padre attraverso questa storia stimolante mantenuta viva e resa accessibile a una nuova generazione”.

Rashomon: la trama originale

Siamo nel periodo Heian, in una giornata di pioggia incessante. Un boscaiolo, un monaco e un passante si fermano a parlare di un fatto increscioso avvenuto tempo fa.

Si tratta dell’uccisione di un samurai, avvenuta per mano di un brigante che avrebbe anche abusato della di lui moglie. Il monaco, che aveva deposto al processo come testimone in quanto aveva incrociato lungo la strada la coppia, inizia a raccontare in flashback la storia come vi ha assistito nel tribunale. Riporta così le versioni del brigante-violentatore Tajōmaru, della moglie del samurai, e anche della vittima (che avrebbe parlato attraverso una medium). Le versioni sono contrastanti e non si capisce bene quale sia la verità.

Infine il boscaiolo, che aveva rinvenuto il cadavere, confessa agli uomini che anche lui è stato un testimone diretto, ma che non lo ha riferito al tribunale per non rimanere invischiato.

Quale la vera versione?

Rivedete il classico di Kurosawa Rashomon

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui