The Boys: confermato lo spin-off

Amazon Prime Video starebbe sviluppando uno spin-off per la serie: a confermarlo lo stesso creatore Eric Kripke.

0

Mentre continuano gli episodi della seconda stagione di The Boys, Variety riporta una notizia sensazionale: Amazon Prime Video starebbe sviluppando uno spin-off, con la notizia confermata dallo stesso creatore della serie principale Eric Kripke. Queste le parole su Twitter:

“È tutto vero, figli di pu***na! Seriamente, sono veramente grato a tutti voi per aver reso #TheBoys un successo così grande. Mi sto divertendo come non mai, quindi non potrò mai ringraziarvi abbastanza. Molto, MOLTO altro in arrivo!”.

La serie spin-off sarà ambientata in un college gestito dalla Vaught, dove super in preda agli ormoni e competitivi mettono alla prova i loro limiti fisici, sessuali e morali, competendo tra loro per ottenere contratti nelle migliori città.

Il tono della serie viene descritto come irriverente e la serie classificata vietata ai minori di 18 anni; nulla che gli spettatori già non si aspetterebbero per una serie collegata al mondo di The Boys, insomma.

Craig Rosenberg (già sceneggiatore e produttore esecutivo della serie originale) scriverà e dirigerà la serie, nell’ambito del suo accordo generale con Sony Pictures Television.

Il creatore di The Boys Eric Kripke sarà produttore esecutivo insieme ai produttori esecutivi di The Boys Seth Rogen, Evan Goldberg e James Weaver di Point Gray Pictures.

Neal H. Moritz di Original Film e Pavun Shetty, sempre produttori esecutivi di The Boys, sono anche produttori esecutivi dello spinoff. Amazon Studios e Sony Pictures Television produrranno la serie.

THE BOYS

La serie, come sappiamo, vede un gruppo di disadattati combattere contro un sistema che vede i supereroi compiere ciò che vogliono, restando impuniti e protetti dall’organizzazione che li controlla, la Vaught.

La serie ha ottenuto un incredibile successo, anche con questa seconda stagione. Qualche polemica c’è stata per la scelta della distribuzione degli episodi settimanalmente, ma lo showrunner Erik Kripke ha così giustificato la decisione:

Capisco che le persone siano deluse, ma penso che non abbiamo mai detto di distribuire la stagione in altre modalità. Forse avremmo dovuto essere più chiari, magari usare una scritta al neon. Capisco la delusione, ma voglio che si sappia che la scelta non dipende da Amazon quanto dai produttori. Volevamo che fosse così, è stata una scelta creativa. Può piacere o non piacere, ma si deve comunque rispettare la decisione di persone che lavorano alla serie e hanno deciso di pubblicarla in questo modo, per avere più tempo per discutere di qualsiasi cosa. Penso si debba almeno apprezzare il fatto che sia una scelta creativa. Poi, in secondo luogo, credo non sia bello ferire qualcosa che si ama solamente per il modo in cui  viene distribuita. Non è successo nulla, ma non è bello vedere recensioni negative su qualcosa che la gente in realtà ama. Sono sincero, questo non fa stare bene le persone che lavorano allo spettacolo.

Il sesto episodio della seconda stagione di The Boys, intitolato The Bloody Doors Off arriva oggi in streaming su Amazon Prime Video: il gruppo scoprirà dell‘esistenza di una struttura segreta della Vought, il Sage Grove Center, una sorta di ospedale psichiatrico dove ci sono super con problemi o, come forse intuisce Frenchie, altri super-terroristi.

Allo stesso tempo, l’episodio mostrerà un’ulteriore evoluzione del rapporto fra Stormfront e Homelander, così come momenti decisivi per Queen Maeve. Questo il promo del sesto episodio:

Acquista The Boys 1: Le regole del gioco formato Kindle

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui