HeroQuest: ritorna il mitico gioco da tavolo

L'amato gioco è pronto a tornare con una nuova avventura!

0

HeroQuest è pronto a tornare: Hasbro ha infatti annunciato il ritorno del mitico gioco da tavola, in una nuova versione The Quest is Calling che promette nuove epiche avventure a tutti i giocatori.

Il gioco sarà disponibile in due versioni dal prezzo diverso, come si vede dalla campagna di Crowdfunding. Il primo è il livello Heroic da 99,99 dollari, che avrà 71 miniature, un tabellone di gioco e lo schermo di un game master, con più di 90 carte e sei dadi personalizzati.

Presente inoltre un blocco di tradizionali fogli di carta dei personaggi, che consentiranno di nominare gli eroi e tenere traccia dei loro punti ferita e del bottino. Oltre alle quattro statuine di eroi, presente anche una miniatura esclusiva di Sir Ragnar, insieme all’oggetto di una delle prime missioni del gioco originale (disponibile solo durante questa campagna di Crowdfundin).

Il livello Mitico da 149,99 euro includerà, oltre a ciò contenuto nel livello precedente, nuove versioni di due rari pacchetti di espansione, Return of the Witch Lord e Kellar’s Keep. Conterrà anche due miniature esclusive del leader Mentor e del malvagio Signore degli Stregoni.

La campagna di Crowdfunding è  già iniziata sul sito  Hasbro e sarà aperta fino al 6 novembre. Raggiunto l’obiettivo (un milione di dollari) niente impedira al gioco di arrivare nei negozi!

Questa la descrizione, oltre al trailer che potete vedere QUI NEL SITO UFFICIALE:

Nel profondo di un’altra dimensione affronta guerrieri barbari e maghi malvagi, in una quest d’avventura in un labirinto di mostri. Questo è HeroQuest, il gioco d’avventura fantasy dove vincere significa padroneggiare l’arte del combattimento e della magia. Una volta entrati, non sarete più gli stessi,

Sul sito sono inoltre disponibili alcuni schizzi per le nuove carte di Max Dunbar, illustratore del gioco. Queste le sue parole:

Sono eccitato e onorato per l’opportunità di lavorare al nuovo gioco HeroQuest. Nel disegnare l’artwork per le carte, c’è stato grande rispetto per lo straordinario lavoro fatto per il gioco originale. Abbiamo cercato di mantenere lo spirito originale, in modo che ogni vecchio artwork fosse presente in qualche modo nelle illustrazioni delle nuove versioni delle carte. Spesso, si è tratta solo di prendere le idee originali e rielaborarle per adattarle a una nuova estetica, o aggiornare i personaggi già conosciuti. Tutto il lavoro è stato inizialmente eseguito con un flusso continuo di matita,  per capire il modo migliore per trasmettere l’argomento della carta. A volte abbiamo eseguito alcune revisioni o cambiato completamente l’idea originale. Una volta che l’idea è stata approvata, ho rifinito lo schizzo a matita con l’inchiostro, per portare il disegno allo stato finale.

A lavorare sul nuovo gioco anche lo scrittore Stephen Baker, già coinvolto nel gioco originale. Baker racconta il lavoro sulla nuova avventura:

Avete mai avuto l’opportunità di confrontarvi col vostro io più giovane? Io sì. Hasbro mi ha recentemente chiesto se fossi interessato a progettare un libro di missioni bonus per accompagnare il rilancio del gioco HeroQuest. Wow! Non scrivevo un’avventura per HeroQuest da più di 28 anni. I ricordi degli inizi della mia carriera sono subito riemersi. Mi sono immaginato seduto alla mia vecchia scrivania; ho ripensato al team di ricerca e sviluppo e a tutte le persone fantastiche con cui lavoravo. Come sono cambiate le cose.

A quel tempo nel dipartimento c’erano solo pochi computer e venivano assemblati prototipi con fotocopie, pennarelli e incolla in bianco e nero. Ho provato a ricordare: come lavoravo allora? Qual è stato il mio processo di progettazione? Cosa mi è passato per la mente quando ho letteralmente messo nero su bianco le mie idee? Ci ho pensato e ho sorriso. Niente è veramente cambiato in questo senso. Inizio immaginando a come vorrei che si sentissero i giocatori. Immagino una partita in corso e mi chiedo: “Quale momento la renderà un ricordo indelebile?” Naturalmente, sono stato interessato a scrivere una nuova avventura per HeroQuest! È ovviamente divertente. Ho raccolto l’eredità di me stesso più giovane, lavorando di nuovo su un gioco che mi sta particolarmente a cuore. Tutto come ai vecchi tempi, anche se mi piace pensare che il passare degli anni mi abbia dato la possibilità di avere qualche asso nella manica.

Quando mi sono seduto per iniziare il lavoro, ho pensato a cosa volessi per questa avventura. Che novità potrebbe portare questa queste? Volevo che la narrazione si basasse in qualche modo su quelle originali. Volevo anche che fosse originale e non diventasse qualcosa in competizione o conflitto con qualsiasi possibile pubblicazione delle espansioni originali. Soprattutto, volevo che questa avventura avesse elementi adatti a tutti. Volevo una queste che portasse i nuovi giocatori ad appassionarsi al gioco. Per i fan di vecchia data invece, volevo che questa fosse un’avventura che li aiutasse a riaccendere la loro passione per il gioco, un’avventura che avrebbe riportato alla mente i ricordi di vecchie partite di anni fa.

Mentre guardavo un libro di missioni originale, sono arrivato alla missione 5: “Il labirinto di Melar”. Perfetto. L’avventura manda gli eroi a recuperare il Talismano di Lore che il mago Melar ha creato. Questa avventura mi ha fornito gli elementi di cui avevo bisogno: un potente mago il cui destino è sconosciuto e un grande artefatto che è stato creato, poi nascosto per tenerlo lontano dalle forze di Zargon. Da lì ho potuto attingere ad alcune domande centrali per gli eroi su cui indagare: dov’è Melar ora? Perché ha creato il Talismano di Lore? Ho avuto una prima idea, ma poi dovevo creare la struttura per l’avventura.

Prima di iniziare a progettare una qualsiasi delle missioni, avevo bisogno di mappare l’intera avventura. Ho scritto una panoramica di una pagina per l’intera storia. Questo mi ha permesso di capire come si sarebbe svolta la narrazione e in quali punti avrei potuto inserire qualche piccola sorpresa o  colpo di scena. Una volta soddisfatto della storia, ho pianificato ogni missione. Come avanzerebbe la narrazione? Cosa dovrebbero fare gli eroi? Quale sarebbe la posizione? Inoltre, ho segnato alcune note su quali sarebbero state le sfide chiave per ogni missione. Infine, ho dato il nome ad ogni missione. Adesso avevo programmato la mia avventura. Ogni ricerca, come un capitolo di un libro, aveva il suo scopo. Ognuno si sentiva pieno di promesse; queste promesse erano ciò di cui avevo bisogno per realizzare la storia.

Per scrivere una queste ci vuole equilibrio. C’è un numero limitato di pedine da includere. Una missione non può mai avere più di cinque porte chiuse per essere giocabile e i mostri sulla mappa devono essere disponibili per il posizionamento. La sfida principale, tuttavia, è essere creativi nel capire  come sfruttare al meglio questa  scacchiera e come rendere ogni missione diversa. Un buon punto di partenza è chiedersi: di cosa parleranno maggiormente i giocatori dopo aver giocato a questa missione? Quale sarà il momento chiave, la grande sorpresa, l’avversario unico o la rivelazione narrativa? Come possono i giocatori vivere pienamente l’esperienza di HeroQuest? Questo è ciò che rende memorabile una queste e stimola ad iniziare la prossima. È anche il luogo in cui entra in gioco una realtà più banale. Eventi unici, rivelazioni narrative e regole speciali richiedono una spiegazione: il testo. Lo spazio sulla pagina è limitato e la prima bozza non è mai l’ultima. C’è un sacco di editing per realizzare tutto perfettamente, e non tutte le idee fanno superano il taglio finale.

Una volta finita, ho messo da parte l’intera avventura, l’ho lasciata lì per qualche giorno e poi l’ho riletta tutta. Mi sembrava perfetta e ho inviato la bozza ad Hasbro per la revisione. Sapevo che ci sarebbero stati playtest e modifiche per regolare il bilanciamento del gioco. Tuttavia, in fondo, è andato tutto bene. Avevo realizzato ciò che mi ero prefissato di fare. Questa sarà un’avventura per tutti. Ringrazio Hasbro per avermi invitato a scrivere questo libro di missioni bonus. Ringrazio anche tutti i fan che hanno parlato con me e condiviso i loro ricordi. È sempre gratificante pensare a quante persone hanno provato gioia giocando a HeroQuest nel corso degli anni. Spero che voi abbiate la possibilità di giocare e che questa sarà un’avventura da ricordare.

Amanti dei giochi da tavolo? Acquistate il gioco da tavolo de Il Trono di Spade

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST