Marvel annuncia una miniserie su M.O.D.O.K.

0

Questo è un periodo a dir poco fantastico per M.O.D.O.K., il bizzarro antagonista dell’Universo Marvel creato nel 1967 dal duo Stan Lee e Jack Kirby. Se da un lato c’è in cantiere una serie animata Hulu di prossimo arrivo a lui dedicata, dall’altro c’è invece Marvel’s Avengers, il videogame di Square Enix e Crystal Dynamics che ha scommesso parecchio sull’alter ego di George Tarleton, facendogli addirittura ricoprire il ruolo di antagonista principale nelle vicende videoludiche degli Eroi più Potenti della Terra.

E come se tutto questo già non bastasse, ecco che arriva perfino l’annuncio del lancio di una miniserie in quattro parti intitolata M.O.D.O.K.: Head Games, il cui primo capitolo approderà sugli scaffali delle fumetterie d’oltreoceano il 2 dicembre. L’albo vedrà la luce con delle copertine curate da Cully Hamner, Doaly e Skottie Young.

Le disavventure in solitaria del geniale leader delle Avanzate Idee Meccaniche saranno affidate a un team creativo di tutto rispetto composto dagli sceneggiatori Jordan Blum e Patton Oswalt, che tra l’altro sono gli showrunner della sopraccitata serie animata su M.O.D.O.K., e dall’artista Scott Hepburn (Deadpool).

Oswalt, che oltre a doppiare M.O.D.O.K. nel cartone omonimo (e zio Ben nella serie Marvel’s Spider-Man!) ha pure partecipato a Agents of S.H.I.E.L.D. come attore e scritto svariati fumetti per un po’ tutte le più importanti case editrici statunitensi, ha dichiarato al sito ufficiale della Casa delle Idee: “Una delle cose che più ci ha colpiti di M.O.D.O.K. è stata la sua insistenza nel restare intimidatorio e spaventoso anche quando tutte le prove più evidenti gli si puntano contro.

Perfino fin dagli albori con quelle primissime uscite realizzate da Kirby, il personaggio insiste a sbavare e a digrignare i denti per via della maestosità che prova verso sé stesso, anche se viene steso al tappeto. Per noi è stato amore a prima vista con quel malefico Weeble.

Quindi dopo aver esplorato ogni singolo aspetto di tutto ciò in questa serie — mostrandolo in momenti di solitudine quando non ha nessuno da impressionare e deve sostenere questa disperata immagine di sé — è stato super divertente sopportare M.O.D.O.K. cercando di svelare un mistero specifico riguardante la sua origine.”

Blum, invece, ha aggiunto: “Ovviamente, eravamo dei fan sfegatati prima ancora che lanciassimo lo show ma, dopo che la Marvel ha accettato di farlo, abbiamo subito fatto un passo indietro e rintracciato ogni apparizione di M.O.D.O.K. nei fumetti.

Avevo letto molto crescendo, soprattutto i numeri della Società dei Serpenti del Capitan America curato da Mark Gruenwald, ma rileggere tutto quanto è stato veramente utile per colmare certe lacune. Quel che ne esce fuori è che M.O.D.O.K. è un personaggio incredibilmente versatile. Può essere un villain in pieno stile Silver Age e arcigno, oppure altre volte è incredibilmente minaccioso e violento come nel videogame, e ovviamente può essere molto umoristico come accaduto su Gwenpool o nel nostro show.

Cercare di far sposare tutte queste versioni è quel che ci ha condotti all’idea della storia che stiamo raccontando nel fumetto. Eravamo davvero entusiasti di scrivere il M.O.D.O.K. vero e proprio della Marvel Comics e non soltanto la versione divertente della nostra serie animata.”

Per saperne di più circa la trama di questa nuova miniserie targata Marvel, vi invitiamo a leggere la sinossi ufficiale di M.O.D.O.K.: Head Games #1.

“Direttamente da Patton Oswalt e Jordan Blum, gli showrunner dell’imminente serie animata Marvel’s M.O.D.O.K. targata Hulu, arriva un viaggio nella mente di una delle più grandi teste dell’Universo Marvel!

M.O.D.O.K. è lo spietato e brillante leader dell’organizzazione terroristica A.I.M. che supera in astuzia gli eroi e manovra i propri colleghi tagliagole che bramano la sua posizione… ma quando comincia a essere perseguitato dai ricordi di una famiglia che non ha mai avuto, ciò lo rende insicuro e gli fa pensare se non stia perdendo la sua mente spaventosamente grande, o se magari c’è qualcosa di molto più sinistro dietro a quelle visioni.”

Recupera adesso il volume cartonato La Storia dell’Universo Marvel scritto da Mark Waid per gli 80 anni dell’editore!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui