Cicatrici Yamcha

Presente sin dagli albori della prima serie, la figura di Yamcha è avvolta da un mistero rimasto tutt’oggi irrisolto: come e quando si è procurato le cicatrici presenti sul volto?

Yamcha è uno degli originali Guerrieri-Z, nonché uno dei primi amici di Goku. Molto prima che il Sayan potesse fare affidamento su eroi del calibro di Vegeta o Piccolo, Yamcha era uno dei suoi più fidati alleati. Durante la prima serie, il guerriero era coinvolto nella battaglia contro il Nastro Rosso e la sua figura risaltava durante i tornei Tenkaichi. A partire da Dragon Ball Z, però, il ruolo del suo personaggio è andato scemando, fino quasi a sparire dai radar. Il divario tra lui, un semplice umano, e gli altri Guerrieri-Z è smisurato e non potrebbe nulla contro personaggi del calibro di Moro, antagonista del nuovo arco narrativo di Dragon Ball Super.

Cicatrici misteriose

Nonostante ciò, Yamcha è ancora uno dei personaggi preferiti dai fan. Una delle sue caratteristiche più distintive sono le due cicatrici sul viso, una sull’occhio e l’altra, a forma di croce, sulla guancia. Tuttavia, finora non è mai stato spiegato come se le è procurate. Esse sono apparse misteriosamente durante il finale di Dragon Ball, dopo un salto temporale di ben tre anni. Con il ritorno di Goku alla Kame House e il via al 23° torneo mondiale di arti marziali, nessuno si è mai posto il dubbio di come si sia procurato quelle ferite.

Nei tre anni precedenti a questo evento, Yamcha, in compagnia di Crilin, Tenshinhan e Jiaozu, ha trascorso tutto il suo tempo ad addestrarsi. Molto probabilmente, dunque, Yamcha se le sarebbe procurate in allenamento. Ciò potrebbe essere una scelta ben precisa di Akira Toriyama per dimostrare quanto il Guerriero-Z si sia impegnato.

Al di fuori delle reali intenzioni dell’autore, le cicatrici hanno contribuito a reinventare il design di Yamcha, inizialmente un bandito del deserto armato di spada. Da quel momento il combattente è divenuto più sicuro di sé – soprattutto con le ragazze – abbandonando le vesti da bandito per diventare un praticante di arti marziali della scuola di Muten. Questo personaggio tornerà a far parlare di sé anche in Dragon Ball Super?

Dragon Ball Super in Italia

Sceneggiato da Akira Toriyama e illustrato da Toyotaro, Dragon Ball Super è un manga a cadenza mensile, attualmente giunto al capitolo 63, con i primi 60 raccolti in 13 volumi. In Italia, la pubblicazione è affidata a Star Comics, con ben 11 volumi già disponibili per l’acquisto. Dal manga è stata tratta una serie animata prodotta da Toei Animation. L’edizione italiana dell’anime è stata trasmessa su Italia 1 da Mediaset.

Recuperate ora: La saga di Majin Bu – Dragon ball full color 4

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui