Edizioni Star Comics porta in Italia il suo primo boys love ed è proprio Hitorijime my hero, campione di vendite in Giappone con oltre 700mila copie, a inaugurare Queer, la nuova collana dedicata alla comunità LGBTIQ+ e non solo.

La trama

Kensuke e Setagawa sono amici da molto tempo: il primo è un ragazzo allegro e senza pensieri, il secondo è uno studente con i capelli tinti, dall’atteggiamento passivo, membro di una gang di teppisti e…“sottoposto” del temibile professore di matematica Kosuke.

Nonostante l’insegnante sconvolga continuamente il ragazzo con parole e modi di fare duri, Setagawa lo considera il suo eroe e fa di tutto per controllare i suoi sentimenti. Eppure, nonostante cerchi di resistere, il desiderio nei confronti di Kosuke cresce più che mai. Cosa potrà mai significare questa sensazione sconosciuta?

Uno yaoi imperfetto

Difficile dare un parere su questo primo volume.

La partenza non è ottima, purtroppo. L’inizio del manga è abbastanza confusionario, non è chiarissima la sequenza iniziale e, inoltre, potreste fare confusione tra due personaggi, ovvero Setagawa e Asaya Hasekura, uno dei protagonisti di Hitorijime Boyfriend (che sarà pubblicato a dicembre sempre da Star Comics… perchè non prima, sarebbe la domanda?), di cui questo manga costituisce uno spin-off.

Fortunatamente con lo scorrere della storia imparerete a distinguere meglio quanto succede e riuscirete ad apprezzare maggiormente il manga.

Manga, che, a dirla tutta, cerca di discostarsi per alcuni aspetti dai cliché soliti degli yaoi: qui Setagawa è la parte della coppia meno ottimista, caratteristica che invece è propria di Kosuke, che invece negli yaoi, generalmente, come seme, sarebbe un tipo tradizionalmente freddo e mosso dall’istinto…

Ma per il resto alcuni stereotipi del genere non mancano: la ampia (troppa, trattandosi di minorenne? Di questi tempi uno j’accuse non si nega a nessuno) differenza di età tra il professore ed il suo studente, la coppia Hasekura/Kensuke, un classico del genere come atteggiamenti dei personaggi di contorno, lo sviluppo della trama.

Una nota che rende un poco più movimentata la storia è la sottotrama che ha come protagonisti i teppisti che Setagawa frequentava prima che Kosuke lo salvasse.

Sia perchè ci mostra il reale carattere di Setagawa, un “sottoposto per vocazione” che veniva maltrattato dal gruppo fino a quando non trova un altro protettore, cui si affida; sia perchè questo riesce a dare un po’ di guizzo alla trama in generale, regalandoci alcuni dei rari momenti di vera tensione al di fuori del rapporto (in effetti i momenti comici non mancano in questa serie).

Dal punto di vista del disegno, abbiamo un tratto molto godibile, che purtroppo però rischia di creare confusione per un character design non troppo diversificato, come già anticipato sopra.

Contrariamente al solito, avremo anche alcuni contenuti extra, tra cui due storielle brevi, una storia autobiografica dell’autrice e alcuni sketch dell’autrice.

Edizione variant

Vi ricordiamo che il manga arriverà in Italia anche in una edizione variant cover, disegnata dalla apprezzata Mirka Andolfo, in esclusiva per gli Star Days del 26 e 27 settembre.

L’edizione speciale, in tiratura limitata, sarà disponibile esclusivamente per coloro che hanno ordinato la propria copia in fumetteria.

Comprate Hitorijime my hero: 1

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui