Justice League: Ray Fisher risponde a WarnerMedia

Pubblicato il 7 Settembre 2020 alle 10:00

Dopo la dichiarazione della Warner Brothers secondo cui Ray Fisher non stava collaborando con le indagini, la star di Justice League ha risposto pubblicamente.

Fisher ha twittato un’e-mail che ha scambiato con lo studio ad agosto che, secondo l’attore, fornisce prove più che sufficienti che sta aiutando a portare avanti le indagini. Domenica pomeriggio, Fisher ha condiviso un video sul suo account Instagram dove spiega ulteriormente la sua corrispondenza con il capo della DC Films Walter Hamada.

“Volevo ringraziare ognuno di voi là fuori per avermi mostrato nient’altro che amore e nient’altro che supporto negli ultimi due giorni”, ha detto Fisher in un live streaming su Instagram.

“Lui [Walter Hamada] e io abbiamo parlato in modo molto dettagliato di Joss Whedon. Abbiamo parlato in modo molto dettagliato di Geoff Johns. Abbiamo parlato in modo molto dettagliato di Jon Berg e la sua scusa per Geoff Johns è stata ‘Bene Ray, ho lavorato con Geoff su Shazam!, non credo davvero che farebbe quel genere di cose'”, ha aggiunto Fisher.

L’attore passa poi ai dettagli delle presunte molestie, dicendo che Johns ha usato “comunicazioni di back channel” per minacciarlo per il suo ruolo di Cyborg sul set di Justice League. Fisher dice che Johns è stato anche particolarmente soddisfatto del fatto che in Doom Patrol vi fosse un altro Cyborg.

La posizione di WarnerMedia

Vi ricordiamo che nella sua dichiarazione a tarda notte di venerdì – inviata alla stampa verso mezzanotte – lo studio aveva detto che Fisher non ha ancora fornito “accuse credibili di cattiva condotta” per qualsiasi cosa abbia sollevato sui social media.

“Sebbene il signor Fisher non abbia mai denunciato alcuna cattiva condotta perseguibile contro di lui, WarnerMedia ha comunque avviato un’indagine sulle preoccupazioni che aveva sollevato sulla rappresentazione del suo personaggio. Ancora non soddisfatto, il signor Fisher ha insistito affinché WarnerMedia assumesse un investigatore indipendente di terze parti”, diceva la dichiarazione.

Voi che ne pensate? Come finirà la vicenda?

Guardate Justice League

Articoli Correlati

Boys Run The Riot, la serie in quattro volumi di Keito Gaku, uscirà per Edizioni Star Comics a Giugno 2022 in occasione del...

20/12/2021 •

13:54

Dragon Ball Super: Super Hero debutterà nei cinema del Giappone il 22 Aprile 2022 come annunciato in occasione del Jump Festa...

20/12/2021 •

13:42

Anime Generation è il nuovo canale di Yamato Video su Prime Video. Gli abbonati al servizio video di Amazon possono ora...

20/12/2021 •

13:07