Batman – Il Ritorno: il cast rivela tante curiosità

Tante curiosità sul film.

0

Tim Burton, Michael Keaton, Michelle Pfeiffer e Danny DeVito sono tornati a parlare di Batman Il ritorno, uno dei film più amati dai fan dell’Uomo Pipistrello e che ha riaperto la strada ai sequel dopo quanto accaduto con Superman.

Il sequel di Batman, uscito nel 1992, presentava personaggi meno adatti ai bambini rispetto al suo predecessore. Niente Joker di Jack Nicholson, e al suo posto c’erano il grottesco Pinguino (Danny DeVito) e una sexy Catwoman (Michelle Pfeiffer), il cui costume ha fatto parecchio parlare.

Questi personaggi audaci hanno contribuito a rendere il film un classico, ma hanno anche scontentato società come McDonald’s che si sono lamentate del tono più cupo del film.

Ora, i protagonisti del film – Burton, Keaton, Pfeiffer, DeVito, Christopher Walken, il compositore Danny Elfman e lo sceneggiatore Daniel Waters – hanno rievocato set folli (con pinguini capricciosi), cambiamenti di sceneggiatura (Batman non dovrebbe parlare tanto) e un costume così difficile da indossare che era sigillato sottovuoto.

9Batman e Catwoman: Michelle Pfeiffer la Catwoman definitiva?

telegram_promo_mangaforever_3

Pfeiffer potrebbe passare alla storia come la Catwoman definitiva sul grande schermo, ma è stato un ruolo che ha quasi perso:

“Da ragazza ero completamente ossessionata da Catwoman. Quando ho sentito che Tim stava girando il film e Catwoman era già stata scelta, sono rimasta sconvolta”, ha detto Pfeiffer. “All’epoca era Annette Bening. Poi è rimasta incinta. Il resto è storia. Ricordo di aver detto a Tim a metà della lettura della sceneggiatura che avrei fatto il film, ecco quanto ero eccitata”.

Determinata a sfruttare al massimo il suo tempo come Catwoman, Pfeiffer si è buttata a padroneggiare la frusta e il kickboxing.

“Mi sono allenata per mesi con un maestro di frusta. Il nostro primo giorno insieme, ho colpito la sua faccia con la frusta e gli è uscito sangue. Mi ha completamente distrutto”, dice.

Pfeiffer avrebbe continuato a fare personalmente tutte le sue acrobazie con la frusta, ma ha scoperto che esibirsi sul set era infinitamente più impegnativo che in allenamento.

“Ero molto nervosa il primo giorno di riprese. Ero diventata abbastanza brava con la frusta, ma quando ti presenti sul set… non pensi a tutte le luci ovunque”, dice. “Erano posizionate in punti che mi impedivano di colpire i miei segni con la frusta. Quindi abbiamo dovuto rielaborare l’illuminazione ancora e ancora”.

Rivedete Batman il ritorno

Indietro

COMMENTA IL POST