Sergio Bonelli Editore non parteciperà alle fiere dedicate al fumetto fino al 2021. Questa è la decisione della casa editrice di Tex, diffusa attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale. Una decisione difficile ma ponderata quella di Sergio Bonelli, che sottolinea il momento di crisi che il mondo delle fiere sta attraversando.

SERGIO BONELLI EDITORE SULL’ASSENZA ALLE FIERE FINO AL 2021

Riportiamo parte del comunicato, che potete leggere integralmente QUI.

Purtroppo lo stato di emergenza continua, e auspichiamo tutti l’arrivo di un vaccino che ci possa mettere al riparo dalla paura, continuando nel frattempo a rispettare le disposizioni sanitarie relative alla prevenzione.

Qui in SBE ci siamo chiesti molte volte quale debba essere il nostro ruolo in questo contesto, e ci siamo impegnati a fondo per continuare a realizzare e diffondere i nostri fumetti regolarmente, nella convinzione che ciò sia la testimonianza migliore per una qualche “normalità”, e nella speranza di riuscire a portare un sorriso o anche solo un attimo di spensieratezza a tutti Voi.

La sicurezza nostra e dei nostri collaboratori è il primo obiettivo che abbiamo sempre cercato di perseguire, e proprio per questo abbiamo deciso che per tutto il 2020 non parteciperemo direttamente ad alcuna Fiera del fumetto o manifestazione similare.

Incontrarci deve essere un momento di gioia e di serenità, e non ci sono le condizioni ora per poterlo fare.

L’augurio è di tornare a stare insieme e a parlare di fumetti e della nostra passione già in primavera del 2021, e state certi che stiamo già lavorando per costruire per l’anno che verrà degli eventi memorabili, così da festeggiare come meritano tre compleanni d’eccezione: i 30 anni di Nathan Never, i 60 di Zagor e gli 80 incredibili anni della nostra Casa Editrice.

IL COMPORTAMENTO DELLE FIERE

In questa situazione difficile, le maggiori fiere italiane sono in attesa di capire se ci sono i margini per l’organizzazione della manifestazioni, anche se attualmente la situazione non è delle più rosee.

Al momento, l’unica grande fiera che ha confermato lo svolgimento della manifestazione è Lucca Comics & Games, per l’occasione rinominata Lucca Changes. Le date dell’evento rimarranno inalterate (29 ottobre – 1 novembre 2020) ma la fiera verrà allestita seguendo le norme anti-contagio.

Come si svolgerà la manifestazione

Ci saranno importanti novità per Lucca Changes rispetto a Lucca Comics & Games 2020. Lo snodo principale di Lucca Changes sarà il Teatro del Giglio, intorno al quale si gestiranno i principali eventi.

«Non ci sarà una manifestazione di tipo fieristico espositivo, anche perché non ci sono indicazioni generali per eventi del genere. Inoltre avremo un’espansione del mondo digitale, quindi i Campfire, luoghi fisici che ospiteranno micro eventi, che abbracciano tutta l’Italia.

Questi dovranno essere i nuovi asset strategici: una rete di negozi, che poi sono i nostri espositori e che hanno già risposto in gran numero (in pochi giorni oltre 100, ndr).

Lucca è solo il più grande dei camp; in questi luoghi si potranno comprare le novità in anteprima, ci saranno delle mostre, si potranno fare dei tornei di giochi di ruolo. Infine c’è la Rai come grande partner broadcast che trasmetterà i contenuti della manifestazione.i»

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui