Doom Patrol 2: primo sguardo agli Scants

Il settimo episodio, Dumb Patrol, introdurrà gli Scants, villain creati da Gerard Way e Mike Allred per la loro serie fumettistica.

0

Il prossimo episodio di Doom Patrol 2 introdurrà gli Scants, cattivi apparsi per la prima volta nella 2017 grazie alla serie fumettistico di Gerard Way e Mike Allred per Young Animal.

Le immagini ufficiali dal settimo episodio della seconda stagione di Doom Patrol, “Dumb Patrol”, pubbcliate da DC Universe, vede  la Regina degli Scants seduta sul suo trono circondata dai suoi compagni Scants, tutti rigorosamente rosa. La regina indossa un abito giallo brillante e ha una tazza di té in mano, mentre sorride.

Di certo, non ci si può fidare di quel sorriso: gli Scants sono infatti noti per essere dei sussurratori, per mettere idee nocive nella mente dei loro obietti e raccogliere la sostanza rilasciata, a causa di questo, dalle vittime.

Infatti, vediamo coinvolti nei loro intrighi Larry, Jane e persino Kipling:

Curiosi di vedere gli Scants in Doom Patrol 2?

DOOM PATROL 2: LA SERIE PRIMA (E CON) GLI SCANTS

Al centro delle vicende della seconda stagione “il Capo” Niles Caulder, col quale tutti i membri della squadra dovranno confrontarsi, dopo aver scoperto la verità sul suo conto e ciò che realmente ha fatto loro. A parlarne a Comicbook, è stato lo showrunner della serie Jeremy Carver

“La prima stagione si è conclusa con un evento molto importante che causerà cambiamenti inevitabili, considerando che si è scoperto come Niles sia stato il responsabile di tutti gli incidenti capitati alla squadra.

Grazie a questo, la trama si sposta ed acquista una grande ricchezza per la narrazione di questa seconda stagione. Con l’introduzione di Dorothy poi, sperimenteranno tutti una sorta di relazione genitore-figlio; si parla di come si affrontano i traumi da bambino e come invece da soli, da adulti.

Nei primi episodi ci sarà ulteriore spazio per queste dinamiche quando Larry si ritroverà di nuovo a contatto coi suoi figli, tutti i personaggi si troveranno a confrontarsi con questo tema fondamentale: bambini o adulti, dobbiamo tutti superare i nostri traumi e crescere.

In un certo senso, Rita ha già iniziato questo processo e, di fatti, è l’unica ad avere subito un atteggiamento positivo, anche dopo aver scoperto la verità su Niles. Sembra che abbia  accettato la sua situazione e voglia rimboccarsi le maniche per cercare di usare i suoi poteri per essere un’eroina, ma questo non le impedirà, come gli altri, di soffrire e affrontare i traumi del passato” le parole dello showrunner.

LE PAROLE DEL CAST

A ComicBook, Matt Bomer ha parlato dell’importanza della presenza di tematiche LGBTQ+, in una serie che affronta tutte le sfaccettature dell’essere umano: “Dobbiamo veramente tanto a Greg Berlanti e ciò che ha fatto per portare nel mondo dei supereroi tematiche LGBTQ+.

Quando abbiamo girato la scena della canzone di Kelly Clarkson, su un palco pieno zeppo di riferimenti LGBTQ+, sono rimasto senza parole. Si è assicurato che i personaggi non fossero lì solo come modelli, per il bel costume o per scene comiche, ma sono reali, pieni di sostanza e di diverse sfumature.

Il lavoro su questa serie non è quello classico quando si parla di supereroi, non c’è divertimento e svago ma un lavoro sulla scena molto profondo, degno di uno delle migliori serie drammatiche”.

La serie, con produttori esecutivi Greg Berlanti, Geoff Johns, Sarah Schecter e Jeremy Carver (anche showrunner) va in onda negli USA su DC Universe. Nel cast Brendan Fraser (Cliff Steele), Matt Bomer (Larry Trainor), Diana Guerrero (Crazy Jane), Alan Tudyk  (Mr. Nobody), April Bowlby (Rita Farr), Joivan Wade (Vic Stone/Cyborg) e Timothy Dalton (Niles Caulde).

Acquista Doom Patrol: 2

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST