Black Lives Matter: Idris Elba è contrario alla censura dei film

Idris Elba si schiera contro l'eccessiva rigidità del Black Lives Matter.

0

Negli ultimi mesi si è accesa la polemica su alcuni film e serie TV con contenuti ritenuti offensivi per alcune minoranze, soprattutto a seguito delle dimostrazioni del Black Lives Matter: se alcuni si sono concentrati su film più datati come Via col Vento, altri hanno puntato a singoli episodi di Scrubs, 30 Rock, Golden Girls o The office.

Varie personalità del mondo dello spettacolo hanno voluto dare la propria opinione in proposito, cui ora si è unito l’attore britannico.

Elba ha approfondito la questione in un’intervista con RadioTimes, dicendo che non crede che questi programmi TV e film dovrebbero essere censurati o rimossi dai servizi di streaming, come generalmente il movimento Black Lives Matter chiede.

Dice che dovrebbero piuttosto venire preceduti da una avvertenza o avere una sorta di sistema di classificazione in modo che gli spettatori siano consapevoli che ciò che stanno per guardare contiene opinioni o scene obsolete o razziste.

La stella di Luther afferma ripetutamente che crede nella libertà di parola, ma c’è anche la responsabilità di far sapere al pubblico cosa sta per scegliere di vedere.

Le parole di Elba riguardo a Black Lives Matter

“Sono un grande sostenitore della libertà di parola. Ma la verità è che la libertà di parola non è adatta a tutti. Ecco perché abbiamo un sistema di classificazione: ti diciamo che questo particolare contenuto è classificato U, PG, 15 , 18, X.

Per farsi beffa della verità, devi conoscere la verità. Ma per censurare temi razzisti all’interno di uno spettacolo, per eliminarlo, aspetta un secondo prima, penso che gli spettatori dovrebbero sapere che le persone hanno fatto spettacoli di questo tipo.

Ma penso che, andando avanti, le persone dovrebbero sapere che la libertà di parola è accettata, ma il pubblico dovrebbe sapere che cosa sta scegliendo. Non credo nella censura. Credo che dovremmo essere autorizzati a dire ciò che vogliamo dire. Perché, dopo tutto, siamo dei creatori di storie”.

Elba, dunque, non critica coloro che hanno preso la decisione di censurare gli spettacoli televisivi e i film in seguito alle richieste del Black Lives Matter, ma riconosce che esiste un modo migliore per affrontarli, presentando un approccio più misurato.

E voi cosa ne pensate? Siete più propensi ad una censura generalizzata come chiede il Black Lives Matter o preferireste la strada indicata da Elba?

Rivedete l’attore ne La Torre Nera

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui