Il Signore degli Anelli, Cowboy Bepop e altre serie pronte a riprendere le riprese

La Nuova Zelanda pronta ad accogliere le produzioni.

0

Se in molte parti del mondo il covid è ancora un problema, la Nuova Zelanda sembra una piacevole eccezione, dato che i nuovi casi di COVID-19 sono irrisori.

Ma anche se mantiene i confini chiusi sta concedendo esenzioni a diverse produzioni, tra cui Il Signore degli Anelli di Amazon, Cowboy Bebop e Sweet Tooth di Netflix e Power Rangers Beast Morphers di Hasbro, nonchè Greatest Beer Run Ever di Peter Farrelly.

Le produzioni includono 206 cast e troupe, oltre a 35 membri della famiglia, che potranno entrare in Nuova Zelanda nei prossimi sei mesi e che si uniranno a 10 troupe aggiuntive per i sequel di Avatar di James Cameron. Indipendentemente dalla produzione cui sono associati, tutta la nuova ondata di tecnici dovrà stare in quarantena.

Il Signore degli Anelli aveva circa due episodi pronti prima che la produzione fosse chiusa a marzo e riprenderà le riprese a settembre. Per quanto riguarda Cowboy Bebop, lo spettacolo era già stato in pausa a causa di un infortunio al ginocchio di John Cho sul set durante le riprese dei primi episodi, anche se non è stato ancora rivelato alcun mese o data specifici per le riprese.

Per quanto riguarda Power Rangers, non è chiaro il motivo per cui la serie sta riprendendo le riprese, poiché la stagione 2 di Beast Morphers è già stata completata e in effetti ha già trasmesso i suoi episodi rimanenti a livello internazionale, anche se devono ancora andare in onda negli Stati Uniti.

Probabilmente si riferiscono alla nuova stagione di Power Rangers, che è stata lanciata quando la pandemia di coronavirus ha chiuso la maggior parte delle produzioni. Una volta completato il processo di casting, proseguiranno le riprese delle nuove stagioni dello spettacolo, che si intitolerà Dino Fury.

Mercoledì il ministro dello sviluppo economico Phil Twyford ha annunciato ulteriori finanziamenti per progetti cinematografici e televisivi nazionali e internazionali. “Il nostro successo nella gestione di COVID-19 offre al nostro Paese l’opportunità di diventare uno dei pochi Paesi ancora in grado di produrre in sicurezza contenuti per lo schermo”, ha affermato Twyford al Parlamento, “E le domande e l’interesse che stiamo ottenendo dalle case di produzione internazionali mi dicono che la comunità cinematografica internazionale vede la Nuova Zelanda come un rifugio sicuro globale”.

Sembra quindi che almeno alcune produzioni stiano avanzando, e questo è un buon segno.

Rivedete Lo Hobbit,Il Signore Degli Anelli (Box 6 Br) e Cowboy Bebop – The Movie – Knockin’ On Heaven’S Door

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui