Meteo Heroes, trailer e presentazione della nuova serie animata

La serie animata approderà su Cartoonito il 6 luglio alle 20.20.

0

Sta per arrivare MeteoHeroes, la nuovissima serie d’animazione italiana prodotta da Mondo TV e da Meteo Expert – IconaMeteo. La serie, che debutterà in tv lunedì 6 luglio alle 20.20 in prima tv assoluta su Cartoonito (canale 46 del DTT), racconta di sei bambini di 10 anni che si scoprono piccoli supereroi capaci di controllare i fenomeni atmosferici (vento, neve, fulmine, pioggia, temperatura, nuvole/nebbia) e sempre pronti a difendere la natura e a combattere l’inquinamento e il riscaldamento globale.

Ha presentato la serie alla conferenza stampa virtuale Luciano Castro, insieme a Luigi Latini, amministratore delegato Meteo Expert – IconaMeteo, Andrea Giuliacci, meteorologo Meteo.it, Paolo Zecca, direttore di produzione Mondo TV, Alice Fedele, content director Turner Broadcasting System (Gruppo WarnerMedia), Valentina La Macchia, direttore licensing Mondo TV e Giorgio Zampetti, direttore generale Legambiente.

Luigi Latini ha raccontato come l’idea sia nata casualmente nel 1995 anno da quale Meteo Expert prima Centro Epson Meteo si occupa di meteo e ambiente, un progetto volto a educare i bambini alla situazione climatica mondiale, senza dimenticare di farli divertire. Un progetto che ha quindi radici molto profonde: ogni episodio prende spunto da un fatto di cronaca realmente accaduto. Il quartier generale dei sei piccoli grandi supereroi è il CEM (Centro Esperti Meteo), un’avvenieristica centrale internazionale dove l’intelligenza artificiale Tempus, guidata da scienziati e meteorologi, li addestrerà a controllare i loro poteri si trova al Passo del Gran Sasso in Abruzzo, è realmente esistente ed è stato scelto come luogo simbolo, che dall’Italia guarda all’internazionale. Si trova all’interno di ben due parchi ambientali, dove si tutela biodiversità, ed è la sede dell’Istituto di Fisica Nucleare uno dei più importanti laboratori al mondo per questo tipo di ricerche. Inoltre il profilo che sembra un gigante che dorme si prestava bene a una storia per bambini.

I nomi dei sei supereroi sono in latino, a rimarcate l’origine italiana della serie animata, anche se poi la loro provenienza è da tutto il globo a testimoniare l’inclusività: Pluvia è di Seattle (Usa) ed è in grado di far cadere la pioggia, Nubess arriva da Buenos Aires (Argentina) e riesce a controllare le nuvole, Ventum è di Città del Capo (Sud Africa) e può scatenare i venti, Nix è originaria di Harbin (Cina) e può far cadere la neve, Thermo arriva da Roma e ha il controllo della temperatura, mentre Fulmen viene da Sydney (Australia) ed è in grado di far cadere potentissimi fulmini dal cielo. Il loro slogan è “Insieme per la Terra“.

Andrea Giuliacci scelto come ambassador della serie animata e nella quale farà qualche cameo, racconta come in una fase embrionale del progetto ha aiutato non solo come consulente meteorologico-scientifico ma anche come doppiatore provvisorio del villain. L’iniziativa rientra nel Progetto Scuole di Mediaset dedicato agli studenti dalle medie in su per via degli argomenti trattati, ma grazie a MeteoHeroes ora sarà possibile portare il cambiamento climatico anche a quelli delle elementari e ai più piccoli in generale per la semplicità dei dialoghi volti a raccontare argomenti più complessi. Il CEM è diretto dalla scienziata Margherita Rita, nome che intende rendere omaggio a due grandissime luminarie della scienza quali sono state Margherita Hack e Rita Levi Montalcini.

Paolo Zecca ha raccontato come sia scattata immediatamente una “chimica” da parte sua con il progetto, per rimanere in ambito scientifico, e ha ricordato come la sigla sia cantata da Francesco Facchinetti, in arte DJ Francesco.

Alice Fedele ha ricordato il riscosso successo dall’anteprima di MeteoHeroes andata in onda il 22 aprile scorso in occasione del 50° anniversario della Giornata della Terra, ottenendo ascolti positivi e un buon riscontro di pubblico giovane. Per ora di MeteoHeroes sono stati prodotti 52 episodi che andranno in onda quest’estate dal 6 luglio in programmazione regolare dal sabato al giovedì, per poi tornare in autunno e generare una continuità anche per gli spettatori.

Valentina La Macchia ha presentato tutto il comparto gadget e giocattoli parallelo per i piccoli spettatori che stanno preparando: è rimasta folgorata dal progetto e ha capito subito che il concept era unico e originale e aveva un grande potenziale, con un forte richiamo alla “giocabilità”. Oltre ai braccialetti dei supereroi protagonisti, i primi prodotti a scaffale arriveranno da ottobre con una campagna di marketing che accompagnerà il loro lancio.

Ad esempio tre aziende che hanno sposato il progetto sono state: Beatrice Fini Direttore editoriale dell’area ragazzi e young adult del Gruppo Giunti, spinta dall’ottimo e ben organizzato materiale a realizzare dei libri e un progetto editoriale; Massimiliano Piazzola – director della start-up Play Around che da anni collabora con Mondo Tv, questa volta per un tema “non più procrastinabile”; e Frida Romano direttore marketing film di Koch Media che distribuirà la serie animata in home video a partire da ottobre, sostenendo le tematiche green e ambientaliste come farà con i suoi primi due film al cinema il prossimo anno. per costruire una coscienza ambientalista proprio a partire dai bambini. I DVD che usciranno avranno un packaging green e ecosostenibile, includendo le green cards dei protagonisti, collezionabili e interscambiabili.

Giorgio Zampetti ha sottolineato infine come un tema così complicato da affrontare possa entrare nelle case di tutti grazie a questo progetto proprio attraverso gli spettatori più piccoli, che possono poi discutere del tema con i genitori e i fratelli più grandi e “sensibilizzarli”. Sembra un problema che non ci riguarda da vicino e invece sono proprio le azioni da mettere in campo nella vita quotidiana, nel nostro piccolo, che possono contribuire ad aiutare il problema mondiale. C’è una campagna di Legambiente legata alle api, al centro di uno degli episodi, che ricorda come sia visto spesso come un insetto pericoloso ma in realtà sia importantissimo per l’ambiente e per l’intero ecosistema.

Luigi Latini, alla nostra domanda sulla costruzione dei caratteri dei sei protagonisti, ha risposto così: “Prima abbiamo individuato i fenomeni meteorologici più importanti per spiegare la lotta all’inquinamento e il riciclo, per poi passare a caratterizzare i personaggi con l’aiuto di uno psicoterapeuta infantile, affinché ne rispecchiassero le caratteristiche. Ad esempio, Fulmen è iperattivo, molto dinamico, agisce prima di pensare e questo porterà a siparietti che divertiranno oltre che far riflettere. Nubess, al contrario, che ha il potere di controllare le nuvole e la nebbia, ha un carattere molto morbido, soffice e riflessivo, e così via tutti gli altri personaggi”.

MeteoHeroes sensibilizza grandi e piccini su tematiche molto importanti e attuali come il riscaldamento globale, la deforestazione, l’inquinamento (e tante altre), portando con sé un messaggio preciso: ovvero il dovere e la necessità che tutti noi abbiamo, bimbi compresi, di conoscere il nostro pianeta e di rispettarlo prendendocene cura.

Acquistate il libro-kit con gadget per i più piccoli sui super heroes Avengers!!

COMMENTA IL POST