Thor di Donny Cates

In un’intervista da poco rilasciata a Newsarama, Donny Cates ha parlato dei suoi piani per Thor, che prevedono una roadmap di ben 7 anni.

Cates è già da un po’ al lavoro sulla cosmologia Marvel: lo abbiamo visto rivoluzionare personaggi come il surfista d’argento, con Silver Surfer Black e Ghost Rider nella nuova versione cosmica. Adesso si prepara a raccogliere le briciole che ha seminato per l’Universo, con Thor e Galactus.

Thor di Donny Cates

Così, in occasione del rilascio del numero 5 della serie regolare, Newsarama lo ha intervistato e Cates ci ha regalato qualche succosa anticipazione su quel che accadrà nei cieli di Asgard…e non solo. Ecco un estratto della sua lunga intervista:

Newsarama: Cosa ti ha spinto a voler lavorare sulle origini di Galactus e cosa ti ha portato a legare quella storia a Thor?

Donny Cates: Come faccio spesso quando cerco ispirazione, mi sono ritrovato a leggere vecchi manuali Marvel, quelli che ti raccontano i poteri e le origini di tutti i personaggi. Ho notato che alla voce “Galactus” c’è una riga che dice “Galactus è il solo sopravvissuto dell’universo che esisteva prima del nostro, che è stato distrutto: ”…Aspetta … cosa? Così ho chiamato il direttore esecutivo della Marvel Tom Brevoort e gli ho chiesto se qualcuno avesse già affrontato l’origine del vecchio universo di Galactus, o cosa lo avesse distrutto. Tom ha detto che nessuno lo aveva ancora fatto, quindi ho detto: “Beh, posso farlo?”. Lui ha risposto di sì e mi ha chiesto in che modo avrei voluto farlo. Immediatamente capii che doveva essere Thor.

Stavo per iniziare il mio secondo arco narrativo della mia run, una storia molto horror. Ma poi ho pensato: “Non seguire Jason (Aaron, autore della lunghissima run su Thor, prima dell’arrivo di Cates, NdR) con una tranquilla storia dell’orrore, segui Jason con Galactus che cade nel mezzo di Asgard!”. Ci sono parecchie soprese in arrivo. Sono eccitato per il #5, rivelerà alcune cose su Inverno Nero e sulla sua relazione con Galactus. E ci sono alcune guest star piuttosto scioccanti e alcune delle più belle illustrazioni che Nic Klein (ai disegni nella run di Cates, NdR) abbia mai realizzato. Non potrei essere più entusiasta.

N: Hai menzionato la potenza di fuoco che Thor dovrà scatenare per affrontare l’inverno nero. E’ probabilmente il più forte Avenger in questo momento?

Cates : Probabilmente? Probabilmente? Vattene via da qui con quel “probabilmente”! [ride]. In questo momento ha la forza di Odino e il Potere Cosmico insieme – Non so se ci siano molti esseri nell’Universo Marvel che potrebbero superare questo!

N: Abbiamo già visto Thor sopravvivere a numerose minacce universali. Lo abbiamo persino visto perdere, passare attraverso Ragnarok e tornare. Cosa sta succedendo nella sua testa, ora che si sta preparando ad affrontare un nemico ancora più pericoloso?

Cates : Non può fare le stesse scelte che faceva come un principe impulsivo. Deve pensare come un Re e a volte ciò significa fare scelte che non sono esattamente popolari.

N: Hai menzionato Nic Klein, che sta disegnando la storia di Inverno Nero. Cosa rende Nic perfetto per le tue storie?

Cates : Marvel mi ha suggerito diversi artisti tutti fantastici, ma dopo aver consultato i miei amici Skottie Young e Ryan Stegman, il mio partner creativo di Venom e Absolute Carnage, entrambi hanno subito detto che Nic era l’artista giusto per il lavoro:” deve essere Nic” – dissero – “Fidati di noi”. Non ho mai lavorato con nessuno come Nic prima d’ora. È un fantastico collaboratore, è così comunicativo! È tutto ciò che voglio in un partner – impegnato ed entusiasta e, come artista, è tutto ciò che avrei mai desiderato per Thor.

N: Dall’inizio della tua run su Thor, hai mostrato che il Mjolnir sta diventando sempre più ingombrante da sopportare per Thor. Hai citato il tuo predecessore Jason Aaron, che ha introdotto l’idea che Thor potesse essere indegno. Come si intensifica quell’idea?

Cates : Non posso davvero dirtelo – questa è una storia che vedrai a partire da Thor #7. Quello che posso dire è che non è quello come pensi. Ho letto alcune voci secondo cui la mia è solo un’altra storia su Thor che non è degno di sollevare Mjolnir. Ma non è quello che su cui stiamo lavorando. Non sono uno che racconta la storia d’altri: Jason ha raccontato una storia definitiva. Quello che stiamo facendo qui è molto diverso..

N: Hai menzionato la storia dell’orrore che arriverà dopo lo story arc su Inverno Nero e hai anche detto che hai in programma sette anni di storie di Thor. Cosa ci puoi dire di più?

Cates : sto cercando di fare cose che non sono mai state esplorate. Jason ha scritto più numeri di Thor di chiunque altro – questo è un dato di fatto – e ha toccato dannatamente quasi ogni aspetto del suo mito. Che diavolo c’è di più? Ha fatto tutto! [ride]. Ma inizierai a vedere alcune cose che ho scoperto e che non sono ancora statte davvero affrontate – cose orribili, cose eccitanti ed epiche – vedrai. Una volta letti i numeri 5, 6, 7 e 8, avrai una buona indicazione di dove stiamo andando e di cosa si tratta. Fidati che c’è un piano.

Ricordo che Cates ha preso in mano il personaggio di Thor quest’anno (Thor Vol.6), dopo la conclusione del meraviglioso ciclo di Jason Aaron. In Italia, il primo numero della sua attesissima run è stato pubblicato da Panini lo scorso 11 giugno. Per l’occasione l’editore modenese ha pubblicato, oltre alla versione regular, anche due variant, di cui una – disegnata da Mr. Garcin – disponibile solo on-line sul sito Panini Comics.

Acquista il volume “Il martello del cielo. L’indegno Thor”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui