Magic: The Gathering – eliminate 7 carte per razzismo

Nuove conseguenze del Black Lives Matter.

0

Wizards of the Coast ha adottato misure senza precedenti per rimuovere le carte razziste dal suo gioco: sette carte in tutto, risalenti al 1994, sono ora bandite dal gioco. Le loro immagini verranno inoltre rimosse dal database online ufficiale del gioco. Le carte incriminate sono Invoke Prejudice (Invoca Pregiudizio), Cleanse (Pulizia), Stone-Throwing Devils, Pradesh Gypsies (Zingari di Pradesh), Jihad, Imprison (Imprigionare) e Crusade (Crociata).

“Gli eventi delle ultime settimane e le cose in corso su come possiamo supportare meglio le persone di colore ci hanno spinto a esaminare noi stessi, le nostre azioni e le nostre inazioni”, ha detto Wizards in una nota. “Apprezziamo tutti quelli che ci aiutano a riconoscere quando non siamo all’altezza. Avremmo dovuto essere migliori, possiamo essere migliori e saremo migliori”.

L’omicidio di George Floyd ha aperto le ferite di secoli di razzismo americano. Una carta in particolare, Invoke Prejudice, mostra un boia incappucciato con un’ascia nera. “Se un avversario lancia un incantesimo di Evocazione che non corrisponde al colore di una delle creature sotto il tuo controllo, quell’incantesimo viene neutralizzato”, dice la carta.

Inoltre Gatherer, il database online ufficiale di ogni carta Magic mai pubblicata, mostra la carta in un URL web che termina con “1488”, numeri che sono sinonimo di supremazia bianca.

“La carta [Invoke Prejudice] è razzista e aggravata dall’ID che purtroppo è stata codificata anni fa”, ha detto Wizards. “Non c’è posto per il razzismo nel nostro gioco, né altrove”.

Tutte le carte saranno sostituite online con una nota che richiama le loro rappresentazioni razziste, il loro testo o una loro combinazione.

Acquistate Magic The Gathering Theros Beyond Death Bundle (include 10 pacchetti booster)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui