Dopo più di due anni di avventure, lo sceneggiatore superstar Brian Michael Bendis (Ultimate Spider-Man, Jessica Jones) ha recentemente svelato di starsi avvicinando alla fine della sua gestione di Superman.

Durante lo svolgimento del podcast Off Panel, lo scrittore di Portland ha infatti dichiarato: “Mi sto avvicinando alla fine della mia run su Superman, quindi sono diventato più riflessivo al riguardo. Non potrei essere più grato di quanto lo sia per essere riuscito a curare i miei gravi problemi di salute attraverso Superman, e a superare questa pandemia. Non importa quel che sta succedendo in questo mondo, ogni giorno posso passare qualche ora con Superman. È un regalo.”

Sfortunatamente, ancora non sono stati svelati dettagli concreti circa le trame e i numeri precisi con cui avverrà il suo abbandono alla serie Superman, su cui è approdato in pianta stabile nell’aprile del 2018, ovvero dopo aver abbandonato la Marvel e aver superato con successo gravi problemi di salute che stavano per stroncargli la vita. Oltretutto, non sappiamo neppure se il suo addio a Superman comporterà o meno la chiusura del suo ciclo sull’altra testata regolare del personaggio, Action Comics, né tantomeno quali saranno i nuovi progetti che Bendis firmerà per la DC.

Nel corso della sua run sull’Azzurrone, Bendis ha introdotto svariati nuovi antagonisti per il personaggio (il più recente di questi, Synmar, verrà introdotto sulle pagine di Superman #25), ha svelato la duplice identità di Clark Kent come Superman al mondo intero e ha perfino posto le basi per gli spin-off fumettistici incentrati sulla Legione dei Super Eroi, Lois Lane e Jimmy Olsen, oltre ad aver lanciato la miniserie Event Leviathan e l’imminente Checkmate.

Lo scorso mese, l’autore aveva pure parlato alla redazione di Newsarama riguardo al COVID-19 e alle storie che stava realizzando in quel preciso periodo di emergenza sanitaria: “Ero già arrivato in un momento in cui mi stavo chiedendo ‘Sapete di che cosa ha bisogno il mondo? Di tanta speranza, non di pandemia.’ Di conseguenza nessuno dei miei fumetti ha questa atmosfera da pandemia. Quello che ho notato, nel corso di questa quarantena, è che penso di essere al lavoro sull’ottavo script di fila che si svolge completamente all’aperto. Quello non l’ho fatto apposta. Ma poi ci ho fatto caso, ed è stato esilarante.”

Nell’attesa di saperne di più, vi ricordiamo che il Superman di Bendis viene proposto mensilmente da Panini Comics su uno spillato di 48 pagine disponibile sia per le edicole che per le fumetterie. La prima uscita, contenente i numeri 1012 e 1013 statunitensi di Action Comics, ha esordito ufficialmente il quattro giugno con una meravigliosa City Edition di Gabriele dell’Otto ambientata a Roma.

Recupera All-star Superman di Grant Morrison e Frank Quitely

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui