Empyre: Jim Zub anticipa il ritorno di un personaggio

0

In seguito alla pubblicazione del one-shot Incoming! e del preludio ufficiale Road to Empyre: The Kree/Skrull War #1 (di Robbie Thompson, Mattia De Iulis e Javier Rodriguez), questo 15 giugno negli Stati Uniti prenderà il via la pubblicazione del nuovissimo evento Marvel, Empyre, gestito dagli sceneggiatori Al Ewing (The Immortal Hulk) e Dan Slott (Fantastic Four) per l’arte del nostro Valerio Schiti (Tony Stark: Iron Man).

Come ogni grande saga fumettistica che si rispetti, anche Empyre godrà di svariati tie-in dediti ad ampliare ulteriormente la trama portante: tra i vari titoli che supporteranno la miniserie principale, figurerà anche Empyre: Avengers. Quest’ultima serie limitata durerà per un totale di tre uscite (più un numero zero di Al Ewing e Pepe Larraz) e vedrà all’opera lo sceneggiatore Jim Zub (Black Panther and the Agents of Wakanda) e il disegnatore Carlos Magno (Invaders).

Empyre: Avengers avrà per protagonisti differenti volti noti degli Eroi più Potenti della Terra e riporterà sotto le attenzioni del pubblico il Cavaliere Nero, ormai prossimo al suo esordio cinematografico con The Eternals, dove a prestargli il volto troveremo la star di Game of Thrones Kit Harington.

Intervistato da Games Radar in merito a questo suo nuovissimo progetto fumettistico per la Casa delle Idee, Jim Zub ha cominciato a parlare dei protagonisti della storia e delle missioni che questi intraprenderanno:

“Non ho avuto esattamente carta bianca per inserire tutti i protagonisti che volevo nella squadra, ma ho avuto sufficiente flessibilità nell’usare quei personaggi che non erano già impegnati in altre storie di Empyre, il che è stato davvero forte. Scarlet Witch, Visione, il Cavaliere Nero, Quicksilver, Luke Cage, Dottor Voodoo, Wonder Man, Mimo, Ka-Zar e Dottor Nemesis compariranno tutti durante le nostre tre uscite. Non abbiamo a che fare con una tradizionale avventura dei Vendicatori con tutti i membri che seguono le direttive di un solo leader. La ragione per cui qui ci sono dieci eroi, assieme a Pantera Nera e Capitan America che si preoccupano di fornire una guida e assistenza extra, è perché la minaccia con cui se la dovranno vedere è di proporzioni globali.

Ciò richiede l’intervento di svariati eroi in altrettante località per cercare di rovesciare le sorti della battaglia. Ci sono tre missioni distinte in corso che accadono simultaneamente. Visione, Luke Cage e Dottor Nemesis se la vedono con un mistero a Central Park; Wonder Man, Mimo e Quicksilver hanno a che fare con un conflitto nei pressi di Navojoa, in Messico; e il resto della nostra crew si dirige verso la Terra Selvaggia per affrontare una minaccia ancora più grande e pericolosa di quanto possa immaginare. È uno spoiler parlarvi dell’antagonista. Come tutti sanno, i Kree e gli Skrull sono coinvolti in Empyre, che però non racconta l’intera storia. Vi basti sapere che è cattivo e assolutamente degno degli Eroi più Potenti della Terra.”

Dopodiché, Zub ha anche parlato di un popolare luogo preistorico dell’Universo Marvel situato in Antartide che utilizzerà per Empyre: Avengers, ovvero la Terra Selvaggia, dichiarando:

“La Terra Selvaggia è una delle mie ambientazioni preferite e non ho mai avuto davvero l’opportunità di utilizzarla nelle mie storie prima di adesso. Ka-Zar e Shanna sono dei classici personaggi Marvel degni dei riflettori e ho trovato persino un modo divertente per inserire su queste pagine una linea narrativa che avevo pianificato per Agents of Wakanda, intrecciando il tutto in maniera veramente armoniosa con i giganteschi piani di Empyre. Un sacco di lettori sa che la mia sensibilità per le avventure pulp è vicina e cara al mio cuore, e le misteriose giungle infestate dai dinosauri della Terra Selvaggia sono uno dei classici elementi base di quello stile di narrativa. Aggiungeteci alcuni dei miei supereroi preferiti, specialmente il Cavaliere Nero, che avevo voglia di scrivere da anni, e otterrete una meravigliosa corsa selvaggia.”

Sul fronte artistico, lo sceneggiatore di Black Panther and the Agents of Wakanda ha speso parole di affetto sia per Carlos Magno che per il colorista Espen Grundetjern:

“Carlos riempie tutto di dettagli. Sul serio. Le sue pagine sembrano quasi quelle di George Pérez per quanto riguarda il livello di cura intricata che inserisce in ogni singola vignetta, personaggio e ambientazione. Quando gli abbiamo affidato il compito di disegnare veri e propri eserciti della giungla, non si è nemmeno tirato indietro, è semplicemente entrato in modalità berserk e ha condotto le sue abilità di prima classe nella storia. Il colorista Espen Grundetjern è un mio vecchio amico e sapevo che si sarebbe adeguato perfettamente alle fitte linee di Carlos per farle esplodere con le sue atmostere e i suoi effetti. Ogni pagina è ricca, ma mai a discapito dello storytelling. Insieme loro due formano proprio un dream team. Sebbene non si tratti dello stesso tipo di collaborazione diretta che ho avuto nelle storie settimanali dei Vendicatori come ‘Senza Tregua’ e Avengers: Senza Ritorno, Empyre dà assolutamente una sensazione di cameratismo a tutti coloro che ci lavorano su. Stiamo tutti raccontando storie per cui siamo molto appassionati dentro questo incredibile ed epico racconto. Ci sono diversi momenti fantastici tra personaggi che si ancorano alle grandi battaglie e ciò ha un grande significato per me.”

L’autore ha infine concluso: “Troverete magia e caos in paesaggi oscuri e paludi fangose. Dinosauri e devastante distruzione. Vendicatori contro una stupefacente ondata di aberranti antagonisti!”

Vi informiamo che Empyre: Avengers #1 di Jim Zub (testi) e Carlos Magno (disegni) esordirà sugli scaffali delle fumetterie d’oltreoceano a partire dal 22 luglio. In Italia, non ancora si hanno dettagli ufficiali sulla sua pubblicazione da parte di Panini Comics, che però a luglio darà alle stampe il preludio La Strada verso Empyre: La Guerra Kree/Skrull.

Acquista Avengers: Senza tregua.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST