The Plot Holes la nuova serie di Sean Murphy

L'autore spera che i fan lo seguano da Batman.

0

Sean Murphy sta tornando con un suo fumetto creator owned e in grande stile.

Nel prossimo OGN The Plot Holes, lo scrittore/artista di Batman: White Knight ha condensato tutti i progetti sognati nel corso degli anni che ha sempre desiderato ma che non ha mai avuto il tempo di fare – “un libro dall’atmosfera barbara, uno con un assassino dell’epoca vittoriana e un fumetto” – tutti uniti in una storia mash-up che spera sia il trampolino di lancio per gli spin-off per ogni singolo personaggio.

Murphy ha lanciato una campagna di crowdfunding per The Plot Holes su Indiegogo venerdì, a seguito del suo precedente successo in varie campagne di crowdfunding anni fa.

Newsarama ha parlato con lo scrittore/artista di questo progetto, che sta facendo una pausa su White Knight per realizzarlo, e sulle sue ambizioni per il futuro.

Newsarama: Sean, sei stato impegnato in DC negli ultimi anni – scrivendo e disegnando 16 numeri di White Knight negli ultimi due anni e mezzo, quindi scrivendo anche per altri. Con tutto il successo che ha avuto, persino diventando il fumetto più letto su DC Universe, perché hai deciso che era il momento di tornare ai fumetti di proprietà dei creatori – e al crowdfunding?

Sean Murphy: Uno dei motivi è che non voglio sfinire la gente con troppo White Knight. Quando guardo Schitt’s Creek su Netflix, sono sempre elettrizzato per la nuova stagione. E poiché è così bello, non mi dispiace aspettare un altro anno mentre mi masturbo sugli eventi della stagione che ho appena visto. Certo, una parte di me vorrebbe che Netflix facesse uscire cinque stagioni tutte in una volta, ma penso che perderebbe qualcosa. C’è valore nell’attesa, perché ritarda la ricompensa.

La seconda ragione è che volevo tornare alle mie origini indie e vedere cosa avrei potuto fare con tutti i miei nuovi lettori di Batman. Mi seguiranno per un OGN che sto finanziando con il crowdfunding? Lo spero.

D: Ecco appunto The Plot Holes, che mi ricorda il tuo innovativo lavoro di progettazione dei personaggi di Joe the Barbarian e Outer Orbit. Ma ora sei uno scrittore e un artista, quindi prima dimmi: qual è la storia di The Plot Holes?

Murphy: The Plot Holes sono una squadra di guerrieri che si trasportano nelle pagine di altri libri, usando le loro abilità uniche per modificare le trame al fine di impedire loro di essere distrutti. E Cliff è la loro nuova recluta, un creatore di fumetti che ha appena realizzato che il suo mondo non è reale – in realtà, è una finzione completa che esiste letteralmente all’interno di un romanzo.

Gli altri membri sono disadattati come lui, presi da libri inediti che non potevano essere salvati: un manga samurai, una tigre barbara, un bambino di un fumetto e un assassino di vampiri.

Superato dagli altri membri, Cliff si mette alla prova per dimostrare il suo valore agli altri mentre combattono per salvare quanti più libri possibile. L’unica cosa che li blocca è Surge, un ex membro che è diventato un ladro – non solo minaccia di distruggere la matrice digitale che li contiene, ma minaccia di distruggere il database delle biblioteche digitali di tutto il mondo!

D: È un po’ vintage, tipo Un videogioco per Kevin incontra Ready Player One. Comunque, ho controllato e ricontrollato, e questo sarebbe il tuo primo vero fumetto di squadra – non un ensemble, ma un vero libro di squadra. Questa è una sfida per uno scrittore, e in particolare un artista. Puoi parlarne e dirci come questa squadra lavora in The Plot Holes?

Murphy: Sì, è la mia prima opera di squadra che abbia mai fatto. Il mio obiettivo in ogni nuovo progetto è quello di provare qualcosa di nuovo: Punk Rock Jesus era un politico fantascientifico, White Knight era un thriller politico, Curse of the White Knight era un thriller storico, ecc.

The Plot Holes mescola diversi tipi di generi in un libro, con ogni membro del team proveniente da un romanzo diverso. La tigre barbarica è come Conan, la meccanica dei samurai proviene da un manga e il personaggio più giovane è fuori dal fumetto. Ognuno di loro ha una storia su come è diventato un disadattato del suo mondo (il loro romanzo) e su come lottano per connettersi come una famiglia.

È molto meta – soprattutto considerando che il personaggio principale è un creatore di fumetti.

D: Ok, torniamo al charadesign – lo adoro davvero. Sembrano divertenti da disegnare, sono persino ironici. Che cosa hai provato in questi disegni?

Murphy: [Ride] Ho appena imparato anche la parola “toyetic”! Penso che provenisse da quel documentario su He-Man, che è stato descritto come un tipo di universo “lavello della cucina”. Che non è così diverso da The Plot Holes.

Avevo un secchio pieno di generi che volevo disegnare un giorno – un libro su un barbaro, un libro su un assassino vittoriano e un fumetto – ma non avevo voglia di aspettare. Così ho gettato quelle idee nello stesso libro in modo da poterlo fare tutto in una volta e fare un sacco di sequel senza dover cambiare marchio ogni volta.

I charadesign mi hanno preso – di solito li creo mentre disegno sulla pagina, ma questa è la prima volta che eseguo un turnaround completo (il che rende il mio compito di colorista molto più semplice).

D: Il tuo Indiegogo per questo fumetto verrà lanciato venerdì, e stai mirando direttamente al formato OGN – nessuna serializzazione. Perché hai deciso di percorrere questa strada?

Murphy: In realtà sto facendo quello che faccio sempre, ma al contrario. Di solito sono numeri, volumi, pubblicazioni internazionali, quindi deluxe – questa volta vendo prima il deluxe alla gente. Successivamente, vedrò come portare The Plot Holes sul mercato internazionale. C’è una possibilità che alla fine possa essere trasformato in una serie? Forse, ma non ho piani a questo punto.

D: I tuoi precedenti libri di crowdfunding non sono stati pubblicati al di fuori dei tuoi sostenitori di Kickstarter (e un paio di apparizioni in convention)… sembra che ci sia molta richiesta per questo attraverso i canali tradizionali, oltre che in digitale. Qualche piano per quello?

Murphy: Sì! Uno dei livelli di IndieGoGo (da sbloccare) potrebbe essere il mio album da disegno Under the Hood e l’antologia Cafe Racer. Ma hai ragione – forse guarderò nei canali tradizionali una volta che questo è finito.

D: Ho notato che hai optato per il crowdfunding di The Plot Holes attraverso Indiegogo anziché Kickstarter, dove tu hai collezionato molti successi in passato. Cosa ti ha portato invece a Indiegogo?

Murphy: IndieGoGo ci ha fatto un’ottima offerta e ci ha persino assegnato un aiuto. Inoltre hanno connessioni con distributori, depositi, assicurazioni, ecc. E mi piace che la campagna possa durare il doppio di una campagna Kickstarter. Inoltre, prendono meno.

Mi piace Kickstarter e prenderei in considerazione la possibilità di lavorare con loro in futuro. Ma sono un po’ titubante – hanno assunto qualcuno che è stato un mio critico per un po’ (qualcuno che influenza quali progetti prendono/promuovono, credo). Mi è stato detto che questa persona se n’è andata, quindi forse proverò il mio prossimo libro con loro? Non si sa mai.

D: Allora, The Plot Holes: cosa dovrebbero aspettarsi le persone quando lo leggono?

Murphy: Poiché la squadra è così varia, questo è davvero un libro per tutti. E il personaggio principale è un creatore di fumetti fallito – qualcuno con cui molti di noi possono entrare in empatia. Ma è più di un semplice libro di squadra pieno di azione, riguarda ciò che la “realtà” significa anche per i personaggi che non sono reali e perché si preoccuperebbero di cercare di sopravvivere se esistessero davvero solo nella nostra immaginazione.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST