The Batman: il confronto di Pattinson coi predecessori

Robert Pattinson parla dei precedessori e della tradizione di Batman.

0

La produzione di The Batman, così come quella degli altri film, è al momento sospeso fino a data da destinarsi ma, l’emergenza, non ha impedito a Robert Pattinson di continuare a riflettere sulla sua interpretazione del Cavaliere Oscuro.

In una recente intervista con GQ, l’attore ha parlato del confronto coi suoi predecessori, analizzando la tradizione cinematografica di un personaggio iconico come Batman.

“Credo che delle volte, degli aspetti che possono sembrare negativi sono in realtà positivi” spiega l’attore “Mi piace il fatto che non solo ci siano versioni specifiche ben fatte, ma che esistono anche diverse interpretazioni di queste versioni.

L’altro giorno, guardavo Batman e Robin, e anche al tempo George Clooney si diceva preoccupato per il fatto che ci fossero tante versioni precedenti alla sua, che molte cose che andavano fatto erano già state fatte. Ed eravamo solo quando, nel ’96, ’97!?

Poi ci sono stati Christian Bale e Ben Affleck e il puzzle delle diverse versioni si è fatto sempre più intricato e ci si chiede dove ci si possa inserire e se si sia in grado di poterlo fare.

Ma poi, alla fine, anche le critiche fanno parte dell’eredità, no? Mi piace anche questo. Ci sono poche cose nella vita che ti appassionano ancor prima di iniziarle, con Batman succede così e questo ti dà energia. È diverso da qualsiasi altro ruolo, dove c’è la minima possibilità che nessuno veda la tua interpretazione: questo, in un certo senso, ti rende ardito (ride, ndr)”.

In precedenza il regista Matt Reeves ha  svelando come, questa pausa forzata, gli abbia permesso di notare alcuni aspetti con maggiore attenzione: “Anche basandomi su precedenti film con interruzioni forzate, fermarsi durante un progetto così grande può portare enormi benefici a livello di creatività. La cosa più triste, al momento, è che abbiamo perso un membro della nostra squadra, è qualcosa di cui ancora soffriamo molto”.

Sempre il regista, inoltre, a Nerdist:

“Ho riflettuto sul fatto che ci fossero già stati tanti bellissimi film su Batman e non volevo che il mio si aggiungesse semplicemente alla lista” spiega il regista “Alcuni sono stati fantastici proprio perché hanno lasciato il segno: ciò che ha fatto Nolan è stato incredibile, Tim Burton ha fatto qualcosa di veramente originale.

Amo Batman Returns. Michelle Pfeiffer poi è stata fantastica, lo amo davvero tanto. È veramente incredibile, penso che sia bellissimo e basta. La scena di Pinguino nelle fogne è qualcosa che lascia a bocca aperta, la cosa fantastica di Tim Burton è questa sua particolare interpretazione del fantastico molto, molto personale.

Il Cavaliere Oscuro è un film incredibile, credo che la performance di Heath Ledger sia indelebile ormai nella storia, come lo scontro con lo stesso Bruce. La cosa che più rimane però di questo film è, pensando al Joker, quel desiderio del nulla, quel terrificante nichilismo che fa parte della natura umana, profondamente analizzato.

Quello che mi piacerebbe fare è presentare un Batman non ancora formato, renderlo attuale, analizzare un ragazzo distrutto che sta facendo ogni cosa per superare un suo trauma infantile.

Ciò che voglio fare non è raccontare una storia sulle origini, ma una storia che spieghi la nascita di Batman, da cosa questa è stata costituita. C’è un ragazzo che è in gran parte in difficoltà, sta cercando di vincere una lotta con sé stesso, ma ciò non significa che la capisca fino in fondo.

Si basa tutto sulla parte oscura dell’Io e di ciò che realmente ci guida nella vita, quanto puoi sfruttare ciò che non riesci a comprendere; c’è molta psicologia, emotività, elementi che verranno esplorati insieme alla corruzione che dilaga a Gotham.

Penso sia tutto molto attuale, non c’è un tempo in cui non puoi parlare di corruzione senza essere attuale ma, oggi, una storia del genere sembra essere più attuale che mai”.

Difficile pronosticare, al momento, quando effettivamente Robert Pattinson e il resto del cast potranno tornare sul set, vista l’emergenza sanitaria attualmente in atto. Le riprese del film si stavano svolgendo a Londra, iniziate il 20 gennaio.

Nel  cast troviamo Robert Pattinson (Batman), Paul Dano (Enigmista), John Turturro (Carmine Falcone), Zoe Kravitz (Selina Kyle/ Catwoman), Colin Farrell (Il Pinguino), Andy Serkis (Alfred), Jeffrey Wright (Jim Gordon), Peter Sarsgaard e Jayme Lawson.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui