Black Mirror 6: se ne riparlerà dopo il Coronavirus

Il creatore parla del futuro di Black Mirror, in un periodo storico dove la fantascienza sembra essere diventata realtà.

0

In un periodo dove le classiche serie distopiche di fantascienza ci sembrano meno “fantascienza”, il creatore di Black Mirror Charlie Brooker è stato intervistato da Radio Times e ha avuto modo di parlare del futuro della serie, rimandando qualsiasi eventuale discorso sulla sesta stagione.

“Sono stato impegnato a lavorare su delle cose, non so se posso dire molto su quello che effettivamente sto facendo. Al momento, non penso la gente avrebbe lo stomaco da poter sopportare un’altra storia dove il mondo cade a pezzi, quindi non sto lavorando a questo tipo di storia.

Invece, sono entusiasta perché ho avuto modo di rispolverare le mie abilità comiche, ho scritto delle sceneggiature che mi hanno fatto spesso ridere” spiega Brooker, rivelando implicitamente come, per una nuova stagione di Black Mirror, dovremmo ancora aspettare…vista la situazione mondiale, probabilmente (al momento) in pochi si dispereranno.

Black Mirror è una serie antologica che attinge al disagio collettivo nei confronti del mondo moderno. Ogni episodio è una storia a sé, provocatoria e carica di suspense, su temi che riguardano la tecno-paranoia contemporanea.

Senza ombra di dubbio, la tecnologia ha trasformato tutti gli aspetti della nostra vita. In ogni abitazione, su ogni scrivania, in ogni mano c’è uno schermo al plasma, un monitor o uno smartphone: uno specchio nero, un “black mirror” su cui si riflette la nostra esistenza nel XXI secolo. La serie è creata e scritta da Charlie Brooker, mentre lo stesso Brooker e Annabel Jones ne sono i produttori esecutivi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui