Assassin’s Creed Valhalla: la mappa e il sistema di progressione

Dopo l'incredibile annuncio di Assassin's Creed Valhalla iniziano a trapelare tutte quelle caratteristiche che andranno a costellare la struttura e l'atmosfera del gioco.

0

Quest’oggi vorremo parlare in particolare della mappa, ipotizzando anche le misure di questa e sul sistema di progressione del nostro protagonista. Come ormai tutti saprete Assassin’s Creed Valhalla è ambientato nell’873 d.C., e la sua storia riprende il periodo delle incursioni vichinghe e il loro insediamento in Inghilterra. Quindi l’ambientazione presenterà le tipiche colline e pianure inglesi, contrapposte alla gelida e rocciosa costa norvegese e danese.

In quel periodo inoltre l’Inghilterra era divisa tra diversi re che governavano i territori. Questo andò tutto a vantaggio dei vichinghi che sfruttarono questa frammentazione per colpire con i loro raid e usando i fiumi inglesi per penetrare nelle zone dove vi erano le città più ricche. Oltre alle razzie, molti desideravano anche nuove terre dove stabilirsi. In Assassin’s Creed Valhalla saremo Eivor, un leader vichingo che dovrà trovare delle buone terre dove far vivere la sua gente. A quanto pare dovremo costruire degli insediamenti e gestirli per far prosperare la popolazione.

Ma tornando al discorso riguardante la mappa, questa si presenterà quindi divisa tra i quattro regni principali d’Inghilterra, con tutte le città annesse. Il trailer che vi riportiamo qui di seguito è focalizzato in particolare su uno dei re più potenti in quel periodo in Inghilterra, Alfredo il Grande. Come ha detto il creative director Ashraf Ismail, “Ci sarà il re del Wessex, il regno più meridionale dell’Inghilterra all’epoca. Ma ce ne sono anche altri tre: il Regno di Mercia, Regno di Northumbria e Anglia Orientale. Alfredo il Grande è noto in particolare per essere tra gli avversari più ostici all’invasione vichinga e fu anche in grado di respingerli per un po’, senza di lui gli altri re avrebbero ceduto all’assalto dei danesi e norvegesi”.

Quindi, potendo ipotizzare un’estensione approssimativa della mappa di gioco, questa sarà realisticamente molto più vasta di quella di Assassin’s Creed Odyessey, che già era enorme, e comprenderà grosso modo tutta l’Inghilterra, includendo presumibilmente anche la Scozia e parte della Norvegia e Danimarca.

Per quanto riguarda il sistema di progressione, la saga ha visto con Assassin’s Creed Origins ed il seguito Odyssey, l’introduzione di una serie di elementi del gioco di ruolo, aspetto mal digerito da alcuni fan della serie.

Con Assassin’s Creed Valhalla però sembra che ci sarà un’inversione di tendenza su questo. Infatti il gioco terrà conto delle armi e delle abilità del personaggio, facendo un conteggio complessivo della potenza, e non più del livello dal punto di vista numerico. Sempre nella sua intervista, Ashraf Ismail ha detto sull’argomento:

“Riguardo il sistema di progressione ed elementi da gioco di ruolo, direi che il tutto si baserà più sulla potenza piuttosto che sul livello numerico. Si guadagnerà potere a seconda delle abilità che avremo sbloccato, tutto dipenderà dalle nostre capacità e da quello che si potrà fare.”

Ha poi specificato che comunque il potere avrà un valore numerico, ma che questo non sarà così determinate come lo è stato in Origins e Odyssey. Infine ricordiamo che Assassin’s Creed Valhalla sarà disponibile su PlayStation 5, Xbox Series X, PlayStation 4, Xbox One e PC.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui