My Hero Academia – 6 riferimenti ai fumetti Marvel e DC

My Hero Academia attinge direttamente dal mondo dei supereroi Marvel e DC... ma quali sono i riferimenti più diretti?

0

L’immagine e il simbolo del supereroe sono radicati nel nostro immaginario collettivo. Oggi non c’è quasi nessuno che non li conosce, possiedono abilità straordinarie, sono coraggiosi e indossano costumi iconici.

Superman, Batman, Spider-Man, Iron Man, la lista potrebbe essere infinita, sono davvero tanti gli eroi che popolano le pagine dei fumetti. Ma il supereroe con tutte le caratteristiche che conosciamo è nato in America, con il debutto di Superman.

Come tale l’uomo d’acciaio è stato il modello su cui sono stati costruiti tutti gli altri successivi. Superman è infatti il più classico dei supereroi, è forte, super veloce, indossa un costume con il mantello e ha introdotto il concetto di identità segreta.

Nel corso del tempo il genere supereroistico si è più volte evoluto, adattato, restando sempre al passo con i tempi. Evoluzione che ha riguardato non soltanto il mero aspetto grafico degli eroi, ma anche le stesse trame, dando origine a storie sempre più articolate e complesse e ispirando altre opere di successo.

Naturalmente My Hero Academia è una di queste. Il fortunato manga scritto e disegnato da Koei Horikoshi è il frutto di una perfetta combustione tra lo shonen e i fumetti con protagonisti i supereroi.

Ma quali sono gli elementi da cui il maestro si è ispirato maggiormente? Scopriamo alcuni dei principali riferimenti alla Marvel e alla DC!

6Il concetto di Hero

Loading...

Per cominciare in grande stile, partiamo dal significato di “Hero” nel mondo di Boku no Hero Academia. Sin dal primo capitolo, il manga ci accoglie in un mondo dove la maggior parte della popolazione mondiale a causa di una nuova mutazione genetica nasce con un Quirk.

In un mondo dove è comune possedere straordinarie capacità, quella del supereroe è diventata una vera professione. Nel mondo di My Hero Academia la figura del supereroe, rinominata con il termine “Pro Hero” è una professione autorizzata dallo stato.

Gli eroi professionisti dispongono di una licenza e possono operare sul campo individualmente, collaborando con la polizia e con altri eroi. Inoltre, annualmente il Giappone stila una classifica degli eroi più popolari, dove ognuno di essi viene classificato in base alle opere di bene compiute.

Al contrario, nei fumetti la situazione è ben diversa. La maggior parte dei supereroi DC e Marvel, salvo rare eccezioni, non sono figure autorizzate propriamente dal governo. Per questo, alcuni preferiscono chiamarli vigilanti. Termine ripreso anche nel mondo di Koei Horikoshi, in riferimento a quegli eroi che operano pur essendo privi di una licenza.

Indietro

COMMENTA IL POST