Black Hammer: Jeff Lemire parla delle due nuove serie spin-off

L'autore ha raccontato cosa ci aspetta nelle nuove serie, in Italia per Bao Publishing.

0

I lettori di fumetti hanno presto capito che Black Hammer di Jeff Lemire offre un’entusiasmante esplorazione del genere supereroistico. Ora Lemire espanderà il mondo di Black Hammer con due nuove serie.

Da un lato, c’è la bizzarra storia Colonel Weird: Cosmagog, con Lemire e l’artista Tyler Crook che seguono le avventure del colonnello Randall Weird mentre si mette alle spalle la fattoria di Black Hammer e inizia un viaggio attraverso lo spazio e il tempo, portando al limite sia la sua vita che la sua sanità mentale.

Lo scrittore Tate Brombal e l’artista Gabriel Hernandez Walta invece ci porteranno Barbalien: Red Planet esplorando un nuovo territorio pieno di pregiudizi, onore e identità, mentre Mark Markz si tuffa nella crisi dell’AIDS (con un altro nemico marziano che peggiora le cose).

È un momento entusiasmante per ogni fan dell’universo di Black Hammer e l’occasione perfetta per Screen Rant per parlare con Lemire nella speranza di far luce su ciò che i lettori possono aspettarsi dai prossimi titoli spin-off.

Barbalien è un estraneo non solo alla cultura terrestre, ma anche a se stesso, alle prese con la propria sessualità e le proprie esigenze. Quattro anni dopo averlo presentato ai lettori, che cosa ha reso questo il momento giusto per esplorare il suo passato in Barbalien: Red Planet, e cosa dovrebbero aspettarsi i lettori?

Jeff Lemire: Quando ho rivelato la sessualità di Barbalien nei primi numeri di Black Hammer, sapevo che un giorno ci sarebbe certamente stata una storia più grande e più mirata da raccontare su di lui, ma sapevo anche che probabilmente non era la mia storia da raccontare. Fino a quando ho incontrato un giovane scrittore di nome Tate Brombal, che è gay, un giovane scrittore estremamente talentuoso, e che è appassionato di questo personaggio e della sua storia, e mi è sembrato che fosse il momento giusto.

E aggiungi un artista incredibile come Gabriel Walta al mix ed è stato semplicissimo. Tate ha fatto un lavoro incredibile con la storia e penso che abbia scritto qualcosa di molto speciale. Qualcosa che prende il punto di vista di un estraneo come Barbalien e lo rende una storia universale di lotta, identità e oppressione.

Colonel Weird: Cosmagog è un ottimo seguito alla run iniziale di Black Hammer, in quanto segue direttamente gli eventi di Age Of Doom. Qual è stato il fattore decisivo nel concentrarsi sul Colonnello Weird per l’inizio della prossima fase di Black Hammer?

Il Colonnello Weird è il mio personaggio preferito di Black Hammer. Sembra senza limiti in quanto può viaggiare attraverso tutto lo spazio e il tempo e le storie che puoi raccontare con lui sono infinite. Ho sempre saputo che volevo fare di più con Weird e la sua permanenza alla fine di Black Hammer Age of Doom è stata volutamente lasciata ambigua. Il personaggio è in molti modi la guida per i lettori in questo universo, e in questo caso funge da ponte tra la serie originale di Black Hammer e le storie che ho pianificato per il futuro.

La serie Black Hammer approfondisce alcune “meta” critiche dei processi narrativi e delle storie alternative, abbracciando un tableau in continuo mutamento di stili artistici e persino criticando il processo di creazione delle storie stesse. I lettori dovrebbero continuare ad aspettarsi che quel livello di complessità vada avanti?

Questo tipo di meta-commento è diventato sicuramente una parte importante del Black Hammer Universe, e continuerà a essere in nuove storie su cui sto lavorando ora. Ma deve anche guadagnarsi un posto e deve essere opportuno per la storia. Nel caso di Skulldigger, era necessario leggere un po’ più a fondo, ma penso che ci siano molti commenti sottili sui supereroi a livello di strada e sulle origini pulp di alcuni generi di supereroi anche su Skulldigger.

Con l’industria del fumetto in parte chiusa con la pandemia, il tuo processo creativo è stato influenzato? Black Hammer è sempre riuscito a spostarsi tra generi e influenze e sembra che un blocco globale potrebbe influenzare il tono o le storie che vengono raccontati, anche per le storie one-shot come con Cthu-Louise.

La situazione cambia ogni giorno. Io ho sempre lavorato molto in anticipo, quindi il prossimo gruppo di storie e serie di Black Hammer è già in produzione. Per quanto riguarda le cose più recenti che sto sviluppando e scrivendo ora, durante il blocco, semmai ho bisogno di queste storie come una sorta di fuga dalla realtà spaventosa fuori da tutte le nostre finestre. Quindi mi aspetto che le storie di Black Hammer che scrivo in questo periodo siano più grandi, più selvagge, più divertenti e piene di un po’ più di speranza. Questo è quello che mi serve in questo momento, e sospetto che anche per molti lettori sia così.

Colonel Weird: Cosmagog #1 arriverà alla fine del mese, con Barbalien: Red Planet # 1 in programma per l’uscita a giugno.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui