Cowboy Bebop: aggiornamenti sulla serie Netflix, si pensa a una seconda stagione

La produzione si è fermata lo scorso Ottobre a causa dell'infortunio a John Cho, l'attore che veste i panni di Spike.

0

Il quotidiano online Observer ha avuto l’opportunità di parlare con Jeff Pinkner, scrittore e produttore esecutivo della serie live action di Netflix basata sul celebre anime Cowboy Bebop di Sunrise.

Come sappiamo la produzione si è fermata lo scorso Ottobre a causa dell’infortunio di John Cho, l’attore che interpreta Spike Spiegel, ed è tuttora ferma per via del nuovo coronavirus COVID-19.

Pinkner ha dichiarato che lo staff e il cast della serie sono entusiasti di ritornare al lavoro non appena si potrà e che il format di episodi da un’ora permetterà loro di raccontare storie ambientate nel mondo di Cowboy Bebop in una maniera che si spera non solo delizierà i fan dell’anime, ma anche chi non lo conosce.

È stato inoltre reso noto che Yoko Kanno, autrice della colonna sonora dell’anime originale e del film animato, è coinvolta nel progetto e sta componendo da casa.

Infine la produzione sta già valutando le sceneggiature per una possibile seconda stagione.

Il live action di Cowboy Bebop si comporrà di 10 episodi, prodotti in collaborazione tra Netflix e Tomorrow Studios con la consulenza di Shinichiro Watanabe, regista della serie anime originale, e la produzione esecutiva di Yasuo Miyakawa, Masayuki Ozaki e Shin Sasaki di Sunrise.

Il cast comprende il già citato John Cho (Spike Spiegel), Mustafa Shakir (Jet Black), Daniella Pineda (Faye Valentine), Alex Hassel (Vicious) ed Elena Satine (Julia). È stato confermato che Ein sarà un corgi come nella serie anime.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui