Suicide Squad: ragioni politiche dietro il mancato sviluppo di Harley Quinn

Il regista giustifica la mancanza di storia per Harley.

0

Suicide Squad del 2016 ha avuto molte critiche, soprattutto in relazione alla scrittura dei personaggi. Lo stesso regista David Ayer sembra essere d’accordo, in particolare per quanto riguarda Harley Quinn. Tuttavia, recentemente ha detto che la colpa non era interamente sua.

Un fan ha criticato su Twitter il regista di Suicide Squad, lamentandosi del fatto che Harley non fosse abbastanza sviluppata come personaggio rispetto a quanto visto in Birds of Prey. Ayer ha risposto: “Purtroppo il suo arc narrativo è stato svuotato. Era il suo film in così tanti modi. Guarda, ci ho provato”, spiegando che aveva creato un personaggio che si rifaceva ai fumetti. Ha poi aggiunto: “Tutto è politico adesso. Tutto”, anche se non ha fornito maggiori dettagli su ciò cui si riferiva. Ayer ha concluso semplicemente: “Voglio solo divertire. Farò meglio”.

Nonostante le critiche su Harley Quinn in Suicide Squad, il personaggio divenne rapidamente uno dei favoriti dai fan – grazie, in parte, alla performance di Margot Robbie – portando al suo ruolo in Birds of Prey.

Il personaggio tornerà ancora una volta nella nuova squadra di James Gunn, The Suicide Squad, probabilmente interpretando un ruolo più di sostanza rispetto al suo film di debutto.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui