Studio Ghibli: le 11 eroine preferite dagli uomini giapponesi

Pubblicato il 8 Aprile 2020 alle 11:00

I film dello Studio Ghibli sono pieni di personaggi femminili complessi, forti e carini che catturano sempre il cuore dei fan. Ma Futabanet Manga Plus ha chiesto a 200 uomini giapponesi di età compresa tra 10 e 60 anni chi fosse il loro personaggio femminile Ghibli preferito, ed ecco cosa hanno risposto.

Dola – Laputa: Castello nel cielo (1986)

Dola è la donna a capo di un gruppo di pirati dell’aria, in cerca della pietra di Sheeta. È la madre di tutti i membri della sua banda, con l’eccezione del vecchio meccanico della nave, chiamato “nonno”. Come per il resto dei pirati all’inizio sembra solo una criminale ma poi dimostra di avere anche un lato tenero e materno.

Shizuku Tsukishima – I sospiri del mio cuore (1995)

Al nono posto è arrivata anche la protagonista del film di Studio Ghibli I sospiri del mio cuore. È una ragazza adolescente che cerca di farsi strada negli esami di ammissione al liceo leggendo, scrivendo testi e persino scrivendo un romanzo. Fu probabilmente la sua personalità tipica dei sognatori ad occhi aperti a conquistare così tanti cuori.

Ponyo – Ponyo sulla scogliera (2008)

Chi non ama questa adorabile creaturina magica? La sua personalità curiosa e frizzante è evidenziata dalla sua stessa tendenza infantile ad addormentarsi (anche mentre mangia) quando ha usato troppa magia. La sua natura felice e dolce conquista non solo i personaggi in qualche modo ordinari nel film, ma anche quelli che la guardano sul grande schermo.

Marnie – Quando c’era Marnie (2014)

Marnie è la bellissima e misteriosa adolescente attorno alla quale è incentrata la trama di questa storia. I suoi lunghi capelli biondi e gli abiti inconfondibili firmati le conferiscono un’aria da Alice nel paese delle meraviglie; che, in coppia con il suo retroscena alquanto tragico (niente spoiler!), basta per farle conquistare più popolarità della protagonista principale.

San – Principessa Mononoke (1997)

Forte, impavida, protettiva e totem dei cosplay, San è stata uno dei personaggi preferiti dei fan di Ghibli sin dalla sua uscita, indipendentemente dal genere degli spettatori. È stata allevata da lupi e si comporta come uno di loro, poiché considera la foresta in cui è cresciuta la sua casa. Nonostante la sua sfiducia nei confronti della maggior parte degli uomini, però, diventa protettiva e attaccata al personaggio principale di Ashitaka, dandogli una mano.

Satsuki – Il mio vicino Totoro (1998)

View this post on Instagram

Hi, here's another character that I love a lot and to whom I can relate I a way, Satsuki Kusakabe from Totoro !💕 I'd love to cosplay her someday. Anyway, Totoro is a beautiful movie that made my childhood but also gives a huge honor to summer and forest ; and more than this depicts the the precious relations of a family. It's kinda underrated when people only think about the character Totoro. Don't forget about the sunny fields, the rain, the night, the growing tree or the fly around the city, don't forget about the bus station but also about the deep message of the link between a father and his daughters, not only a mother can show love and we need more movies depicting this, with poetry and nature and childhood in once.💗 Isis . . . #satsukikusakabe #tonarinototoro #myneighbourtotoro #totoro #satsukitotoro #kusakabefamily #ghibli #hayaomiyazaki

A post shared by @ precious.smiles.daily on

Mentre molti spettatori ricorderanno la sorella minore Kusakabe, Mei, sembra che gli uomini giapponesi preferiscano la caratterizzazione della sorella maggiore, Satsuki. È una tipica sorella maggiore: energica (anche se non tanto quanto Mei), a volte irritata dalla sorellina, ma diligente nel prendersi cura di lei nonostante la loro difficile situazione familiare.

Kiki – Kiki – Consegne a domicilio (1989)

Possiamo capire perché questo avventuroso personaggio principale sia entrato nella Top 5. Kiki non è solo brava a parlare con le persone (e il suo gatto), è anche indipendente e generosa. Anche se inizialmente lotta per adattarsi alla folla nella città in cui si stabilisce, il suo cuore coraggioso e la sua diligenza alla fine conquistano tutti, compresi gli spettatori.

Sheeta – Laputa: Castello nel cielo (1986)

Sheeta è il secondo personaggio di Laputa a entrare in classifica e non siamo sorpresi. Questa ragazza tranquilla ed educata può sembrare riservata rispetto al suo turbolento compagno Pazu, ma ciò non le impedisce di avere la forza per salvare il suo regno. Forse è il suo aspetto carino ma semplice, giustapposto al suo illustre sfondo (di nuovo, niente spoiler!), che incanta così tanti.

Chihiro – La città incantata (2001)

Chihiro è un’altra protagonista femminile che mostra una grande forza di cuore, ma solo dopo molte lotte interne ed esterne. Dopo essere stata distratta dal trasloco nella sua nuova casa, Chihiro è separata dai suoi genitori in un mondo straordinario ed è costretta ad adattarsi a un ambiente difficile per tornare a casa.

Nausicaä – Nausicaä della Valle del Vento (1984)

Probabilmente non sorprende che Nausicaä sia in cima alla classifica, guadagnando quasi il 29 percento dei voti totali. Ha dei poteri psichici, un background realistico, un bel vestito, una personalità gentile e leale, ed è abile nell’usare il suo aliante. Fondamentalmente, lei ha tutto. Se ci fosse un concorso di Miss Studio Ghibli, probabilmente vincerebbe.

Articoli Correlati

In tutti i manga Shonen ci sono dei fattori comuni che li caratterizzano e tra questi ricordiamo assolutamente il protagonista...

10/08/2022 •

12:00

My Hero Academia farà il suo ritorno con la sesta stagione dell’anime questo ottobre e narrerà le vicende del War Arc. A...

10/08/2022 •

11:32

Dragon Ball FighterZ è stato recentemente annunciato da Bandai Namco Entertainment e dallo sviluppatore Arc System Works. Le...

10/08/2022 •

10:00