Rick Remender avrebbe dovuto scrivere gli X-Men ma…

1

Qualche giorno fa vi riportavamo la singolare iniziativa di Rick Remender che, all’alba del lockdown causato dal Coronavirus che sarebbe stato di lì a pochissimo confermato anche negli USA, aveva iniziato a rovistare nei suoi archivi portando alla luce una serie di progetti mai realizzati, bozzetti e altro materiale inedito proveniente da Marvel, DC e Image – cliccate QUI per i dettagli.

Qualche giorno fa però lo scrittore ha alzato notevolmente il tiro rivelando che nel 2014 avrebbe dovuto scrivere gli X-Men con storie programmate per due anni con tanto di pitch e roster di personaggi principali.

Ma Remender non è mai arrivato a scrivere la serie. La scrittore infatti conferma che all’epoca lasciò l’incarico perché gli fu chiesto di inserire necessariamente un crossover con gli Inumani – franchise che all’epoca la Marvel stava cercando di spingere per sostituire gli X-Men in quella ingloriosa battaglia per i diritti che la coinvolgeva contro Fox – al netto rifiuto di piegarsi a questa “richiesta” editoriale seguì il progressivo abbandono della Marvel stessa in favore dei lavori creator-owned.

La sua storia avrebbe rivisitato la seminale Giorni di un Futuro Passato con un giovane Ciclope e Fantomex protagonista di un presente dove i mutanti sono stati sterminati.

Remender avrebbe dovuto raccogliere all’epoca il testimone da Brian M. Bendis, testimone invece poi passato a Jeff Lemire e Cullen Bunn subsequently, che avrebbero scritto rispettivamente Extraordinary X-Men e Uncanny X-Men, con la loro gestione che sarebbe culminata proprio in nel crossover Inhumans vs X-Men.

Mentre Remender non è il primo scrittore a raccontare di questo tipo di problematiche editoriali legate alle major, è interessante un secondo tweet sull’argomento:

Lo scrittore conferma che la serie gli sarebbe stata offerta “l’anno scorso”. Se parla del 2018/2019 è possibile o che avrebbe dovuto fare da traghettatore prima del rilancio di Jonathan Hickman – ruolo poi spartitosi da Matthew Rosenberg, Kelly Thompson e Ed Brisson – oppure che proprio Remender era stato considerato come “seconda scelta” nel caso in cui l’accordo con Hickman non fosse stato finalizzato.

Avreste voluto leggere gli X-Men di Rick Remender?

1 commento

  1. Di sicuro Remender è un ottimo scrittore, anche se a volte è un po’ cupo, e mi dispiace che non lavori più per la Marvel: spero un giorno possa tornare.
    Sugli X-Men al posto di Hickman no, al posto di Rosenberg ovviamente sì: quella è stata una delle peggiori run di sempre!

COMMENTA IL POST