New Warriors: polemiche sul primo personaggio non-binario

La Marvel ha presentato il nuovo rilancio dei New Warriors, riuscirà ad accontentare i fan?

0

La Marvel ha svelato i nuovi personaggi del reboot dei New Warriors e come spesso accade, le prime reazioni da parte dei fan sono state miste dividendo nettamente il pubblico. Mentre alcuni hanno apprezzato l’introduzione del primo supereroe Marvel di genere non-binario, altri non hanno perso tempo nel criticare il nuovo personaggio.

Il nuovo team dei New Warriors vedrà Daniel Kibblesmith ai testi e Lucciano Vecchio alle matite, la serie combinerà vecchi personaggi con alcuni completamente nuovi, portando nel mix volti nuovi come B-Negative, Screentime e Trailblazer. Ma i personaggi che più di ogni altro sono stati oggetto di polemiche, sono stati la nuova coppia di gemelli della squadra: Snowflake e Safespace.

I due gemelli psichici hanno poteri differenti, con Snowflake che è in grado di generare cristalli taglienti come degli shuriken, mentre Safespace può creare campi di forza. Inoltre, Snowflake è stata presentata come di genere non-binario, un termine usato per identificare gli individui che non si riconoscono né esclusivamente femmina o maschio. Nonostante l’introduzione di un personaggio del genere rappresenti perfettamente la società attuale e il modo di percepire se stessi, il personaggio è stato oggetto di pesanti polemiche qui sul web, ed è stato criticato anche per il suo nome e per il suo costume. Al contrario, decidere di rendere il personaggio di Loki genderfluid è stata un’ottima idea, che è stata ben accettata dai fan Marvel.

La Marvel non è mai riuscita nel rappresentare appieno questo concetto nei propri media. Avengers: Endgame è stato il primo film a mostrare un personaggio apertamente gay, dopo più di 20 film, anche se è stato rappresentato da una sola battuta.

In ogni caso, nel futuro prossimo Gli Eterni sarà il primo film Marvel ad avere tra i protagonisti un personaggio apertamente gay. Nei fumetti, l’introduzione di un personaggio di genere non-binario rappresenta un passo più grande, e che cerca di rappresentare accuratamente il mondo al di fuori della finestra. Anche se la maggior parte delle critiche sono dovute al suo nome, Snowflake (fiocco di neve) potrebbe essere ritenuto come un dispregiativo e alcuni pensano sia una scherzo, non considerandolo come un nome adatto a un supereroe.

Purtroppo, la stessa identica cosa è accaduta per l’altro gemello, il cui nome “Safespace”, è un altro termine spesso utilizzato negli States per coloro che cercano di supportare minoranze di ogni tipo, offrendo ambienti e comunità libere dal pregiudizio.

E’ possibile che per i due gli autori abbiano ideato una storyline particolarmente significativa, il che spiegherebbe la scelta di questi nomi. Ma questo è ancora da vedere, nulla toglie che i fan Marvel possano essere comunque emozionati, soprattutto coloro che si identificano nel genere non-binario, che potranno immedesimarsi in questo nuovo personaggio.

“Volevo avere personaggi adolescenti che avrebbero rispecchiato la società attuale, così come avevano fatto i New Warriors al loro debutto nel 1990.” Ha spiegato Daniel Kibblesmith. “Gli originali New Warriors erano personaggi che rappresentavano la generazione anni ’90, nel 2000 la Marvel rilanciò il team basandosi sulla nuova moda dei reality e adesso nel 2020, abbiamo i New Warriors che non sono mai cresciuti senza internet, con un personaggio che ci vive dentro fondamentalmente (Screentime).”

“Snowflake e Safespace sono molto simili a Screentime, l’idea è che loro non vedono come un dispregiativo questi nomi usati su internet. Loro hanno preso quelle parole indossandole in un certo senso come delle medaglie di onore… Snowflake è la persona con il potere più offensivo, mentre Safespace è la persona con il potere più difensivo. L’idea era che si sarebbero protetti e completati a vicenda.”

Voi cosa ne pensate?

 

 

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST