Playboy: la rivista dice addio alla versione cartacea

La celebre rivista cambierà medium di diffusione.

0

Playboy. la celebre rivista fondata da Hugh Hefner nel 1963, diventerà completamente digitale a partire dal prossimo numero. L’annuncio è stato fatto dal CEO di Playboy Ben Kohn su Medium, in una lunga lettera al pubblico. Sebbene non sia confermato che l’edizione cartacea sarà abbandonata per sempre, non ce ne saranno più quest’anno. Tutto ciò che viene menzionato sono “edizioni speciali” e cose del genere.

“Gentili team e partner,

Scrivo questa lettera per condividere i miei più profondi desideri per la salute e la sicurezza della nostra comunità globale in questo momento. Voglio anche cogliere l’occasione per fornire un aggiornamento sulla forza della nostra attività e su alcuni dei passi che stiamo intraprendendo per garantire la nostra continua crescita nel 2020 e nel prossimo decennio.

Playboy è molte cose per molte persone. Una rivista per molti, uno stile di vita per molti altri, un marchio di abbigliamento, un club di appartenenza e persino, secondo alcuni, “un corruttore della nostra gioventù”. Ma negli ultimi sessantasei anni, una cosa è rimasta costante: il nostro impegno per la libera espressione e la rottura dei tabù, aiutare il pubblico a esprimere e comprendere la propria sessualità e sostenere la ricerca del piacere per tutti.

Siamo orgogliosi di essere uno dei marchi più riconoscibili al mondo: il 97% della popolazione del nostro pianeta sa cosa rappresenta la nostra Rabbit Head, sfacciatamente con la cravatta a farfalla. Non importa con chi parli, è un marchio che evoca reazioni e stimola la conversazione. Nel mondo di oggi, questo è immensamente potente. Potente perché in un momento in cui siamo divisi, la conversazione è ciò di cui abbiamo più bisogno. Potente perché aiuta a far scoppiare i filtri e ad impegnarsi al di fuori delle barriere che ci costringono sempre più.

Anche il nostro pubblico riconosce questo potere. Lo riconosce quando sceglie di esporre il nostro logo, indossare una camicia con il marchio Playboy, indossare quel gioiello di Rabbit Head, strappare un preservativo Playboy o spruzzarsi quel soffio di profumo Playboy. Ti stanno invitando a notarli, a metterli in discussione, a interagire con loro e a sfidarli. Stanno facendo una dichiarazione personale sulla positività sessuale, la libera espressione e il piacere per tutti.

Comprendiamo il nostro ruolo e la nostra responsabilità in questa interazione. Creare un editoriale di qualità, che allarghi i confini e che sostenga ciò che è giusto e che dia l’esempio sarà sempre al centro della nostra missione. Non smetteremo mai di cercare di aiutare il nostro pubblico a capire la propria sessualità e quella degli altri. I nostri contenuti, prodotti, partner ed esperienze sono il modo in cui guidiamo conversazioni importanti, illuminiamo la disuguaglianza, la censura e il pregiudizio e abbattiamo le barriere al piacere e alla libertà sessuale che molti ancora affrontano.

In questo momento, il marchio Playboy ha più successo che mai. Il nostro pubblico è enorme. Gestiamo oltre 3 miliardi di dollari di spesa annuale per i consumatori in tutto il mondo. Raggiungiamo centinaia di milioni di bulbi oculari ogni anno, tra tutti i sessi. L’anno scorso, il nostro obiettivo è stato quello di incontrare il pubblico dove si trovava. Abbiamo guadagnato oltre 4 milioni di nuovi follower su Instagram e registrato una crescita di oltre il 50% dell’impegno sui nostri canali social negli ultimi 6 mesi, aumentato le nostre iscrizioni ai video digitali di quasi il 30% su base annua e acquisito un commercio diretto al consumatore che serve quasi 1 milione di clienti attivi ogni mese.

A The Playhouse la scorsa primavera, abbiamo trasformato la nostra rivista in un’esperienza multisensoriale che ha trasformato i nostri articoli in dialoghi a doppio senso con il nostro pubblico, con panel sulla difesa della cannabis, la sessualità femminile nelle arti e il futuro della mascolinità, tra gli altri argomenti. Abbiamo tenuto le nostre prime sessioni di The Playboy Interview Live e, di recente, abbiamo dato vita alla famosa rubrica Playboy Advisor in una prima serie digitale sui social che ha offerto a milioni di telespettatori il sesso che avremmo voluto avere.

Siamo anche immensamente orgogliosi della nostra rivista trimestrale rinnovata che è indiscutibilmente una delle offerte di stampa dal design più bello oggi sul mercato. Ma non sorprende che le abitudini di consumo dei media siano cambiate da tempo – e mentre le storie che produciamo e le opere d’arte che mostriamo sono apprezzate da milioni di persone su piattaforme digitali, il nostro contenuto nella sua forma stampata arriva nelle mani di solo una frazione dei nostri fan.

La scorsa settimana, quando l’interruzione provocata dalla pandemia di coronavirus nella produzione di contenuti e nella catena di approvvigionamento è diventata sempre più chiara, siamo stati costretti ad accelerare una conversazione che abbiamo avuto internamente: la questione di come trasformare il nostro prodotto di stampa negli Stati Uniti per adattarsi meglio a ciò che i consumatori vogliono oggi e come utilizzare le nostre capacità di produzione di contenuti leader del settore per impegnarsi in una conversazione culturale ogni giorno, anziché solo ogni tre mesi.

Con tutto questo in mente, abbiamo deciso che il nostro numero della primavera 2020, che arriva nelle edicole statunitensi e come digitale questa settimana, sarà la nostra ultima pubblicazione stampata dell’anno negli Stati Uniti.

Passeremo a un programma di pubblicazione digitale per tutti i nostri contenuti, tra cui Playboy Interview, 20Q, Playboy Advisor e, naturalmente, le nostre Playmate. Nel 2021, insieme alle nostre offerte di contenuti digitali e al lancio di nuovi prodotti di consumo, riporteremo offerte stampate fresche e innovative in una varietà di nuove forme, attraverso edizioni speciali, collaborazioni con i creatori più provocatori, collezioni e molto altro. La stampa è come abbiamo iniziato e la stampa farà sempre parte di ciò che siamo.

Negli ultimi 66 anni siamo diventati molto più che una rivista. E a volte devi lasciare andare il passato per fare spazio al futuro. Quindi rivolgiamo la nostra attenzione al raggiungimento della nostra missione nel modo più efficace e di impatto possibile: aiutare a creare una cultura in cui tutte le persone possano perseguire il piacere.

Non vediamo l’ora di continuare a lavorare insieme a tutti voi per mantenere la nostra attività forte e in crescita.

State al sicuro,

Ben Kohn

CEO, Playboy Enterprises, Inc.”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui