Star Trek: Simon Pegg pessimista sul futuro cinematografico del franchise

L'attore ha parlato della difficoltà del franchise di raccogliere pubblico.

0

Da Star Trek: Beyond, i film dell’Universo Kelvin di Paramount rimangono in uno stato di sospensione. Beyond è stato il terzo film prodotto da J.J. Abrams, ma il film non ha sfondato.

Da allora, ci sono state poche o nessuna notizia su un quarto film; ma durante la promozione del suo ultimo film Lost Transmissions, Simon Pegg, che interpreta James Montgomery Scott (Scotty) nei film, ha parlato con Total Film della mancanza di progressi del franchise:

“Il fatto è che i film di Star Trek non fanno i soldi della Marvel. Guadagnano forse al massimo $ 500 milioni, e per farne uno adesso, nella scala che si sono prefissati, devi spenderne $ 200 milioni. Devi realizzare al cinema tre volte quella cifra per realizzare un profitto”.

Non ha aiutato poi il fatto che il cast ha subito due importanti perdite: Leonard Nimoy, che ha interpretato Spock dal Primo Universo, è morto nel 2015. Anton Yelchin, che ha interpretato Pavel Chekov del Kelvin Universe, è morto invece nel 2016. Star Trek: Beyond era dedicato a entrambi.

“Non mi sento come fosse stato l’ultimo… Non hanno approfittato del 50° anniversario… E abbiamo perso slancio. Penso che perdere Anton [Yelchin] è stato un duro colpo per la nostra piccola famiglia, e il nostro entusiasmo di farne un altro potrebbe esserne stato influenzato. Quindi non lo so”.

I film dell’universo Kelvin hanno guadagnato $ 1,19 miliardi al botteghino di tutto il mondo, tuttavia rimangono molti punti interrogativi sul futuro dei film con Chris Pine e Zachary Quinto e l’attuale regista Noah Hawley. Il futuro invece sembra più roseo sul fronte televisivo con Picard.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui