Si è spento Kazuhisa Hashimoto, ideatore del Konami Code

Un "trucchetto" che dava aiuto ai videogiocatori nei giochi più ostici.

0

Attraverso il proprio account Twitter ufficiale Konami ha comunicato la scomparsa del programmatore Kazuhisa Hashimoto, spentosi nei giorni scorsi all’età di 61 anni.

Nel tweet della compagnia giapponese si legge:

Siamo rattristati nell’apprendere della scomparsa di Kazuhisa Hashimoto, un programmatore dal talento profondo che ha per primo introdotto il mondo al “Konami Code”.

In questo momento i nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici di Hashimoto-san.

Riposi in pace.

Hashimoto-san, come ricorda il tweet, è il celebre ideatore del Konami Code — noto anche come Konami Command in Giappone — ossia la sequenza Su, Su, Giù, Giù, Sinistra, Destra, Sinistra, Destra, B, A e Start che attivava un cheat code che sbloccava vite supplementari o power up in alcuni videogame.

Il primo gioco ad accettare il Konami Code è stata la conversione dello sparatutto Gradius di Konami per il Nintendo Famicom/NES nel 1986, ritenuta particolarmente ostica da Hashimoto-san durante la fase di sviluppo.

Tra gli altri titoli di Konami in cui il codice poteva essere inserito ricordiamo Contra (1988, NES), Teenage Mutant Ninja Turtles III: The Manhattan Project (1991, NES), Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty (2001) e Castlevania: Lords of Shadows (2010).

Tra i giochi non Konami si segnalano il primo Mario Party (N64), BioShock Infinite, Borderlands 2, Anthem e Fortnite.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui