Bonelli, uscite della settimana 24 febbraio – 1 ° marzo 2020

Cinque gli appuntamenti in edicola per la casa editrice milanese.

0

Tre nuove storie ai limiti dell’incredibile per l’Old Boy nel Maxi Dylan Dog numero 38, in edicola a partire dal 26 febbraio con copertina di Raul & Gianluca Cestaro. Il quadrimestrale, in formato 16×21 centimetri, con 288 pagine in bianco e nero, offrirà ai lettori anzitutto “Le stelle bruciano”, con testi di Bruno Enna e disegni di Giovanni Freghieri: dallo spazio, un micidiale essere alieno si materializza sulla terra assumendo l’aspetto di una celebre anchorwoman televisiva.

Dylan Dog deve vedersela proprio con lei, sulle tracce dell’Old Boy per ospitarlo, a tutti i costi, nel suo show. La seconda storia è intitolata “Grosso guaio a Limehouse”, con testi di Giovanni Eccher e disegni di Emiliano Tanzillo: è soltanto la polizia a chiamare incidenti le tragiche morti nella zona di Limehouse. Spetta all’Indagatore dell’Incubo scoprire come siano collegate col branco di gatti, agli ordini di una sinistra figura femminile, che si aggira nel quartiere.

La terza e ultima storia è “La casa che piange”, con testi di Giancarlo Marzano e disegni a firma del trio Luigi Piccatto, Giulia Massaglia e Matteo Santaniello: che legame c’è fra la lussuosa casa della bella e arrogante Myrna, costruita secondo i dettami della bioarchitettura, e il killer armato di motosega che uccide nei terreni circostanti? Dylan, innamorato di Myrna, deve far luce sull’intricato caso.

Una morte per generare il seme di una nuova vita: ecco cosa attende i lettori di “Tiyi, la guerriera”, albo numero 4 della serie mensile Odessa Rivelazioni, in edicola dal 27 febbraio con testi di Davide Rigamonti e Lucio Sammartino, disegni di Antonella Vicari, copertina di Mariano De Biase e colori di Daria Cerchi.

Su Malmuut, ottavo pianeta della galassia di Yoren, la situazione è drammatica: il dispotico Van tiene in scacco l’intero regno e solo il nobile casato dei Shejantes sembra in grado di opporsi alla tirannia. Così, una notte come tante altre, l’indomita guerriera Tiyi si infiltra nella roccaforte del nemico per eliminare il problema alla radice. Un’era di pace, ecco ciò di cui il suo popolo ha bisogno. Un’era che porta con sé il seme di una nuova vita.

È tempo di visitare Inverness un’altra volta, per la prima volta, come sarà evidente dalla lettura de “Il tramonto rosso”, albo numero 402 della serie mensile di Dylan Dog.

Il nostro e la sua prima cliente, Sybil Browning, sono alle prese con le macchinazioni del misterioso dottor Xabaras, un oscuro negromante che sembra capace di riportare i morti in vita. Le investigazioni si sposteranno da Londra alla lugubre Inverness, per uno scontro finale alla luce di un feroce tramonto rosso. Questo albo, come tutti quelli che compongono la saga denominata “666”, presenta un’esclusiva copertina con effetto metallizzato. In uscita sabato 29 febbraio, ha soggetto e sceneggiatura di Roberto Recchioni, disegni di Corrado Roi e Francesco Dossena e copertina di Gigi Cavenago.

Due le ristampe della settimana, entrambe dedicate a Tex. La prima è costituita da TuttoTex 587. “L’artiglio della tigre”, in edicola dal 25 del mese con soggetto e sceneggiatura di Claudio Nizzi, disegni di Andrea Venturi e copertina di Claudio Villa.

Il mensile racconta di come nelle strade di San Francisco, tra i vicoli bui dei quartieri più malfamati, il traffico d’oppio si sta facendo sempre più intenso. È il capo della polizia di Frisco, Tom Devlin, a chiamare ancora una volta in soccorso Tex e Carson e i due pard si mettono subito sulle tracce degli spacciatori, per tentare di risalire alla fonte della distribuzione della droga. I primi indizi lasciano pochi dubbi… l’organizzazione sembra proprio essere retta da un vecchio nemico dei Ranger: il diabolico Tigre Nera, già sconfitto dai nostri in due precedenti occasioni e, ora, più che mai assetato di potere e di vendetta. L’albo è uscito per la prima volta nel settembre 2009.

Venerdì 28 febbraio sarà in edicola “Il pueblo di Culebras”, albo numero 78 della serie quattordicinale Tex Classic, con soggetto e sceneggiatura di Gianluigi Bonelli, disegni di Aurelio Galleppini e Francesco Gamba, copertina dello stesso Galleppini e colori firmati da GFB Comics. Con l’aiuto del pugile irlandese Pat Mac Rayan, una montagna di muscoli che, salvato da Tex e Carson, si è offerto di aiutarli nella loro caccia all’uomo, i tre arrivano ad un soffio dal mettere le manette a Lucky Davis, uno dei due complici del bandito Rufus Buck.

Il furfante, pur impallinato durante una sparatoria al Laramie Saloon di Abilane, riesce comunque a darsi alla fuga e, raggiunti i suoi compagni fuori città, decide di filare con loro da Piute Bill, un rinnegato indiano a capo di una banda di spietati pellerossa. Ma questo non basta a scoraggiare i nostri pards e il forzuto irlandese che dopo aver sconfitto gli indiani ribelli con l’aiuto di uno squadrone di cavalleria, raggiungono i fuggiaschi che si sono rifugiati tra le rovine di un pueblo abbandonato. Ma qui i ranger trovano una brutta sorpresa: i criminali hanno una bella quanto misteriosa ragazza in ostaggio.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST