Nintendo PlayStation, il prototipo all’asta

La console frutto della collaborazione tra Nintendo e Sony avrebbe funzionato a cartucce e CD-ROM.

0

Tra la fine degli Anni 80 e i primissimi Anni 90 Nintendo e Sony collaborarono alla realizzazione di una periferica per il Super Nintendo basata su CD-ROM, simile quindi al Mega CD di Sega o al lettore CD per PC Engine di Nec.

La periferica, inoltre, avrebbe dovuto portare a una console ibrida prodotta da Sony, chiamata PlayStation, che avrebbe letto sia le cartucce del Super Nintendo sia i CD.

Come sappiamo i rapporti tra le due compagne si incrinarono irrimediabilmente e né il Super Nintendo CD-Rom né l’ibrida PlayStation videro mai la luce nei negozi.

Sony finì con il progettare e produrre la sua PlayStation segnando la storia dei videogame.

Si dice che tra le due e le trecento unità del prototipo della console ibrida vennero prodotte e il 13 Febbraio 2020 uno di quegli esemplari, datato 1992, è stato messo all’asta su Heritage Auctions a 15 mila dollari raggiungendo in poche ore la cifra di 350 mila dollari (320 mila Euro circa).

L’asta scadrà tra 21 giorni e, considerando che lo scorso anno il proprietario ha declinato 1.2 milioni di dollari, è facile aspettarsi che questo famigerato prototipo verrà battuto a cifre vertiginose.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui