Weekly Shonen Jump fatica a pubblicare nuovi successi manga

La situazione attuale della rivista per ragazzi edita da Shueisha secondo il caporedattore Hiroyuki Nakano.

Il caporedattore di Weekly Shonen Jump attualmente in carica, Hiroyuki Nakano, ha parlato con la rivista di intrattenimento Nikkei Entertainment e in occasione di tale incontro ha dichiarato che il magazine settimanale per ragazzi, nonostante sia un’istituzione del medium fumettistico, al giorno d’oggi non vanta abbastanza manga di successo.

opm

Ecco le sue parole nel dettaglio:

Sebbene io consideri Chainsaw Man e act-age due titoli per cui coltivo alte aspettative, considero attualmente Jump un dipartimento editoriale nel tentativo disperato di creare la prossima hit. Jump ha lanciato tre nuove serie a gennaio 2020, ma non sarebbe Jump se nessuna di queste divenisse una grande hit“.

Considerando l’attuale andamento di Shonen Jump, la dichiarazione di Nakano è perfettamente coerente.

Non consideriamo Jump una rivista in crisi, ma se l’unico grande successo vero che porta sulle spalle il business è un’opera serializzata da più di 20 anni, ovvero One Piece, un motivo ci sarà.

One Piece ricopre oggi anche un ruolo motivazionale per i nuovi e attuali autori per spingerli a lottare e ad avere un punto di riferimento. Dopo l’opera di Oda-sensei c’è Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba del maestro Koyoharu Gotouge che sta sbaragliando la concorrenza, ma il successo è arrivato dopo 3 anni dal suo inizio e in particolar modo grazie la serie animata.

La rivista fa anche fatica a rilanciare autori che in passato hanno guadagnato e trovato immenso successo, e questo è il caso di Masashi Kishimoto. L’autore e padre di Naruto ha iniziato la sua nuova corsa su Jump con Samurai 8: La Leggenda di Hachimaru e nonostante il fenomeno dei ninja durato ben 15 anni oggettivamente gigantesco, il maestro giapponese nuota oggi ancora nei punti bassi del magazine.

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...

COMMENTA IL POST