Bonelli, uscite della settimana 10-16 febbraio 2020

Sette gli appuntamenti in edicola con le uscite della casa editrice milanese: quattro saranno inedite, tre le ristampe.

0

Prima dell’invasione delle Regine Nere, in un luogo desolato, perso fra i brulli picchi della cordigliera a Nord-Est di Solian… comincia così “L’urlo della carne”, albo numero 4 della serie mensile Dragonero Il Ribelle, nelle edicole del nostro Paese a partire da martedì 11 febbraio nel classico formato Bonelli e con soggetto e sceneggiatura di Luca Barbieri, disegni di Alessandro Bignamini e Luca Bonessi e copertina a firma di Gianluca Pagliarani.

Un appuntamento misterioso in una rocca abbandonata offre a Dragonero l’occasione per raccontare ai suoi compagni un crudo episodio del suo passato, un momento che getta ancora “un’ombra sul suo cuore” e che il biondo eroe erondariano avrebbe voluto dimenticare.

È tempo di ritorni ne “La frequenza del caos”, albo numero 367 della serie bimestrale di Martin Mystère, atteso nelle edicole nostrane da mercoledì 12 febbraio. Un complotto che viene da lontano e un ritorno (o forse due) da un passato non troppo remoto, dunque. Il primo è quello di Max Pollard, smascheratore di ogni genere di “Fake News”, che ha lavorato a fianco del Detective dell’Impossibile in un caso in cui era coinvolto il grande Houdini.

Il secondo ritorno è quello di un ex amico e ora forse ex nemico che si ripresenta dopo una lunga assenza con l’aspetto che aveva durante i suoi primi scontri con Martin Mystère, quando aveva perso ogni barlume di umanità. Ma è un vero ritorno o è solo un’allucinazione che prelude a un prossimo rientro in scena? Sullo sfondo, un mysterioso personaggio costella la città con la propria immagine. L’albo ha testi di Sergio Badino, disegni firmati da Fabio Piacentini e copertina di Giancarlo Alessandrini.

Antiche leggende tornano in vita per punire i profanatori di un luogo sacro ne “Il segreto dei Mamuthones, albo numero 5 della mensile Martin Mystère Le nuove avventure a colori – Seconda Serie, che sarà disponibile a partire dal 13 del mese di febbraio con soggetto firmato da Alfredo Castelli, sceneggiatura de I “Mysteriani”, disegni di Alfredo Orlandi, copertina di Lucio Filippucci e colori affidati al duo composto da Daniele Rudoni e Francesca Tomaghelli.

In vacanza con delle amiche in una parte incontaminata della paradisiaca Sardegna, Diana, esplorando i resti di un antico nuraghe, cade a terra colpita da un male misterioso che la conduce in fin di vita. In suo soccorso accorrono Martin e Java che, nella disperata corsa contro il tempo per salvarle la vita, si ritroveranno ad affrontare vendicative streghe, bestiali mamuthones e un mostruoso rettile gigante conosciuto dai locali con il nome di Scultone.

Un viaggio sulle orme di Emilio Salgari, nel cuore delle foreste d’Oriente, sarà invece protagonista de “La giungla nera”, albo numero 89 della serie mensile Le Storie. I Thugs, la dea Kalì e l’India coloniale. La scomparsa di alcune giovani inglesi, il brutale omicidio di una di esse.

Tutto ciò è solo l’inizio di una rocambolesca inchiesta che ha tra i suoi protagonisti due tra i personaggi più amati da sognatori e avventurieri dell’immaginazione: un affascinante pirata e il suo fido compare olandese. In uscita giovedì 13, l’albo ha soggetto e sceneggiatura di Paolo Morales, disegni di Dante Spada e copertina del solito Aldo Di Gennaro.

Tre gli appuntamenti con le ristampe in questa settimana. Il primo, che cade il 14 del mese, è quello con “Pat l’irlandese”, albo numero 77 della serie a cadenza quattordicinale Tex Classic, che sarà in edicola con testi di Gianluigi Bonelli, disegni: di Aurelio Galleppini e Francesco Gamba, copertina dello stesso Galleppini e colori affidati come al solito a GFB Comics. Dopo aver smascherato l’uomo dalle quattro dita, un diabolico furfante che, nascosto sotto mentite spoglie, si era impossessato del paese di Cedarville eliminando chiunque gli fosse d’ostacolo, Tex e Carson sono costretti a dividersi da Kit Willer e Tiger Jack.

Mentre questi ultimi si recano infatti all’annuale raduno delle tribù Navajos, i nostri ranger si gettano in una pericolosa caccia all’uomo per rintracciare a catturare Rufus Buck, un pericoloso tagliagole su cui pende una lauta taglia. Per rintracciare il bandito, che ha messo in piedi una banda con altre due anime nere sue pari, i nostri giungono nella città di Abilane, dove informano della loro missione lo sceriffo locale. Ma prima che i due pard possano iniziare ad indagare, il destino mette sulla loro strada un singolare personaggio: un enorme pugile irlandese di nome Pat Mac Rayan, che si trasforma in breve in un prezioso alleato.

Violare la terra sacra degli indiani non è mai una buona idea, come sarà ribadito dalla lettura de “L’idolo oneida”, albo numero 12 della serie mensile Zagor Classic, atteso nelle edicole nostrane a partire da sabato 15 febbraio. Dopo aver aiutato a porre fine alla sanguinaria tirannia del malvagio duca Raoul, Zagor e Cico ripartono per nuove avventure.

Questa volta la minaccia arriva sotto forma di una tribù di selvaggi indiani che, infuriati contro dei cercatori d’oro che hanno violato la loro sacra terra, riversano una cieca ira sullo Spirito con la Scure e sul suo amico messicano. L’albo, in formato 16×21 centimetri, con 80 pagine a colori, ha soggetto e sceneggiatura di Gianluigi Bonelli, disegni e copertina di Gallieno Ferri e colori firmati GFB Comics.

Ultimo appuntamento con le ristampe, sempre in programma a partire dal 15 di febbraio, è quello con “Il risveglio della mummia”, albo numero 454 della serie mensile Tex Nuova Ristampa, che restituisce al grande pubblico una storia uscita per la prima volta nel mese di agosto del 1998. L’albo, con testi di Mauro Boselli, disegni affidati a Guglielmo Letteri e copertina di Claudio Villa racconta di come Juan Raza si è affezionato ai due monelli che ha rapito per conto dei Figli di Horus.

Così, alla fine, interviene, insieme a Tex, Carson e al ranger Hawks, per salvarli dal coltello dei fanatici che hanno bisogno anche del loro giovane sangue per ridare vita alla mummia del sacerdote Akhran. La chiave di tutti gli arcani misteri del dramma è Nephret, l’amore della sua gioventù che El Morisco credeva di aver perduto per sempre.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui