La nuova legge sull’editoria: meno sconti per promuovere la lettura

Pubblicato il 6 Febbraio 2020 alle 19:30

Il Parlamento ha approvato definitivamente il disegno di legge per la promozione e il sostegno alla lettura.

”E’ una grande soddisfazione”, dice il senatore Pd Francesco Verducci, vicepresidente della commissione cultura del Senato e relatore del disegno di legge. Per il Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini è ”un importante passo avanti”.

La legge approvata prevede un Piano Nazionale d’Azione per la promozione della lettura con un Fondo a decorrere già dal 2020. Nelle librerie, store online, grande distribuzione, lo sconto ordinario massimo passa dal 15% al 5% (ma rimane il 15% per i libri scolastici).

I punti vendita potranno organizzare promozioni, una volta l’anno, con il limite di sconto del 15% mentre oggi le promozioni sono rimesse solo agli editori.

Per le promozioni, gli editori hanno la possibilità di uno sconto massimo del 20% (prima era del 25%).

Dal 2020 il Consiglio dei ministri sceglierà una città italiana come ‘Capitale italiana del Libro’ sulla base dei progetti presentati. Arriverà poi la carta elettronica di importo nominale pari a 100 euro, per i nuclei familiari svantaggiati. Nascerà anche l’albo delle librerie di qualità.

Se le librerie sono contente della nuova legge, lo stesso non può dirsi dei lettori, che sui social hanno già mosso molte critiche, come gli editori del resto… ‘”Con questa legge a perdere saranno i lettori”, secondo il presidente dell’Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi.

Articoli Correlati

L’adattamento del popolare videogame Fallout su Amazon Prime Video ha trovato un regista e una coppia di showrunner....

07/01/2022 •

13:13

Il regista di Shoplifters Hirokazu Kore’eda adatterà il popolare manga Kiyo in Kyoto: From the Maiko House in una serie TV...

07/01/2022 •

12:32

X-Men Red è l’ultimo titolo ad essere presentato ufficialmente tra quelli annunciati nella line-up di Destiny of X, la...

07/01/2022 •

11:33