Deadpool si prende gioco della DC

Continua l'eterna rivalità fra Marvel e DC Comics.

0

Sotto la nuova etichetta “The End” la Marvel sta continuando a pubblicare nuove storie autoconclusive con protagonisti svariati supereroi, che vivranno in queste pagine un’ipotetica avventura finale.

Dopo Miles Morales e Steve Rogers, adesso è giunto il momento del mercenario chiacchierone, che al contrario dei suoi predecessori ha visto non uno, ma numerosissimi scenari alternativi per la conclusione delle sue avventure di successo. Il one-shot è uscito negli States la scorsa settimana e come una qualsiasi altra storia di Deadpool, l’irriverenza e il suo spropositato senso dell’umorismo sono profondamente al centro dell’intreccio… esattamente come la sua enorme cultura pop! E anche questa volta, l’ha combinata grossa!

Attenzione! L’articolo potrebbe contenere spoiler su Deadopool: The End #1!

Il primo ma anche il più lungo dei tanti finali elaborati brillantemente dallo sceneggiatore Joe Kelly, narra di un Deadpool che si ricongiunge alla sua vecchia fiamma, Lady Morte. Ma il finale successivo contiene una parodia esplicita della DC Comics, tant’è che Kelly finirà per coniare il suddetto finale con “Distinta Concorrenza di Deadpool”. Se vi stiate chiedendo cosa voglia dire, ecco a voi la risposta. Il termine non è per nulla nuovo alle orecchie della DC, in quanto Stan Lee usò le stesse parole per definire la forte rivalità che intercorre tra le due case editrici, caratterizzata appunto da “una Distinta Concorrenza”. Ma adesso diamo un’occhiata alla pagina in questione!

La primissima pagina del finale vede Deadpool in compagnia degli Avengers su un tetto in piena tempesta. In perfetto stile Deadpool, gli eroi riflettono sul senso della vita… ma il look di Deadpool è completamente diverso dal solito. Infatti, somiglia moltissimo al “Batman che ride”.

Deadpool DC Comics Troll

A seguire Deadpool citerà prepotentemente la DC Comics. Dopo aver acquisito i poteri di Capitan Universo proclamerà che il mondo reale è stanco di supereroi fradici. Quindi deciderà di “rifarlo da zero”, riferendosi all’abitudine della DC di riavviare il proprio universo narrativo attraverso eventi come “Crisi sulle Terre Infinite”. Alla fine la storia si conclude con un Deadpool che spiega ai lettori come aveva riavviato “l’universo di Defective Comics” creando ben 69,420 nuovi universi.

Ma gli scherzi di Joe Kelly non si limitano solo alla DC Comics. Nella stessa storia Spider-Man citerà The Walking Dead. Mentre Deadpool si prenderà gioco di Iron Man, mentre beve alcolici, affermando di non essere nel 1986 e riferendosi al celebre arco narrativo di Iron Man, il Demone nella Bottiglia (Demon in a Bottle).

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST