Il 2020 di Zagor con tavole in anteprima

0

La carrellata sul 2020 dei principali personaggio della Sergio Bonelli Editore si conclude con Zagor con Moreno Burattini che ci illustra le principali novità dello Spirito con la Scure.

L’anno di grazia 2020 precede il prossimo, fatidico 2021. Fatidico perché in quei dodici mesi festeggeremo, con tutta una serie di iniziative, il traguardo dei sessanta anni dello Spirito con la Scure: la prima avventura di Zagor, infatti, apparve in edicola il 15 giugno 1961, data in cui uscì l’albetto a striscia intitolato “La foresta degli agguati”. In attesa delle celebrazioni che verranno, il 2020 del Re di Darkwood sarà comunque un susseguirsi di emozioni!

Abbiamo già cominciato con un albo, quello di gennaio, degno della migliore tradizione zagoriana: non soltanto perché i disegni di Joevito Nuccio rendono omaggio, pur nella loro cifra originale e caratteristica, al tratto di Gallieno Ferri, ma anche e soprattutto perché i testi di Jacopo Rauch fanno tornare sulla scena un personaggio indimenticabile creato da Guido Nolitta, vale a dire Winter Snake, fiero capo dei Kiowa, di cui viene rivelato un tragico segreto nascosto nel passato. In più, il finale dell’avventura apre inquietanti prospettive su qualcosa che accadrà in futuro.

Non meno drammatico sarà il racconto che seguirà a ruota, affidato alle matite e alle chine di Nando e Denisio Esposito. In “Potere mentale” vedremo ricomparire Sophie Randall, la figlia di “Skull”, il mutante. L’avevamo lasciata ridotta in stato catatonico e la ritroviamo rinchiusa nel manicomio di Rochester dove però, a risvegliarla, giunge la “voce” del padre, la cui testa dai due cervelli, staccata dal corpo dopo la sua morte, era stata portata, conservata in una teca di alcol, nella Base di Altrove per essere studiata. Possibile che il potere mentale del mutante possa essersi conservato e sia in grado di aumentare a distanza le  facoltà della figlia?

In estate, Claudio Chiaverotti e Marco Torricelli riporteranno agli onori della ribalta uno dei nemici più storici e indimenticabili: Kandrax! Nel caso aveste dei dubbi, confermiamo il nome dello sceneggiatore: è proprio quel Chiaverotti che tutti conosciamo come autore di una gran quantità di racconti di Dylan Dog, oltre che come creatore di Brendon e Morgan Lost. Si tratta insomma di una guest star che, decisa a rivelare al mondo la sua antica passione zagoriana, si è cimentata nell’impresa di dare una sua versione del druido nolittiano, perfettamente coadiuvato dal disegnatore con più esperienza zagoriana dell’intero staff, Torricelli appunto, attivo sulle pagine del nostro eroe fin dal 1986. Subito dopo, il serbo Bane Kerac racconterà qualcosa del passato di Drunky Duck e quindi la premiata coppia Samuel Marolla & Paolo Bisi, a cui si devono già un paio di storie rimaste memorabili, ci offrirà la versione darkwoodiana di una apocalisse zombi.

Un altro ospite d’onore sarà anche l’autore dei testi della storia con cui chiuderemo l’annata: Tito Faraci, per la prima volta sulle pagine della collana regolare dopo aver realizzato le sei puntate della miniserie “Cico a spasso nel tempo”. Si tratterà di una classica avventura del filone western, illustrata da Marcello Mangiantini.

Per quanto riguarda i Maxi, quello previsto per il mese di maggio sarà la quarta antologia della serie “I racconti di Darkwood”. Stavolta le storie brevi riguardanti lo Spirito con la Scure saranno raccontate dai frequentatori del trading post di Pleasant Point in una cornice disegnata da Stefano Voltolini. Questa “serie nella serie”, caratterizzata appunto da una cornice narrativa che ospita e giustifica racconti di una quarantina di pagine ciascuno ha riscosso finora un ottimo gradimento da parte del pubblico e finché sarà così continueremo a proporvela.Il Maxi Zagor previsto per il mese di maggio sarà la quarta antologia della serie “I racconti di Darkwood”, in una cornice disegnata da Stefano Voltolini.

Un esordio sarà anche quello di Riccardo Secchi con lo Speciale “La valle dell’Eden”, in uscita a marzo. Il color di agosto sarà disegnato da Fabrizio Russo su testi Mirko Perniola e avrà come protagonista il barone Icaro La Plume.

Questo è quanto ci proponiamo di riuscire a proporvi: se in corso d’opera qualche tassello dovesse saltare e venire spostato, sarete avvisati per tempo. Ci sono, a dire il vero, anche alcuni tasselli che mancano al nostro quadro d’insieme, ma un minimo di sorpresa non può che renderlo più accattivante. In ogni caso, ci saranno aggiornamenti sul nostro sito, e ne riparleremo durante gli incontri con il pubblico in programma in varie fiere del fumetto, alcuni dei quali filmati e proposti in video negli spazi bonelliani in Rete. Restate in linea!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui