Hideo Kojima e Yoji Shinkawa: verso nuove frontiere del gaming

Kojima e Shinkawa hanno di recente ammesso in una intervista su Famitsu che vogliono fare giochi molto più strambi di Death Stranding, non ponendo limiti alla loro immaginazione e ambizione.

0

Il director e l’art director della nuova Kojima Productions durante un’intervista sul recente numero della rivista giapponese Famitsu, hanno parlato del futuro della loro software house, che lavorerà in futuro ad una grossa quantità di giochi grandi e piccoli.

Hideo Kojima e Yoji Shinkawa, rispettivamente fondatore e director ed art director della nuova Kojima Productions, quella che ha partorito di recente il controverso capolavoro di Death Stranding, per capirci, nel corso di questa intervista, oltre ad aver discusso di alcuni aspetti della software house e del suo futuro, hanno anche raccontato di come Shinkawa abbia deciso di sua spontanea volontà di lasciare il Konami per seguire Kojima.

Il vasto campo della creatività di questo duo non si limita al solo mondo dei videogiochi, infatti Kojima ha affermato che vorrebbe lavorare ad un manga con Shinkawa, per dare da disegnare all’artista suo partner. Nell’ambito videoludico invece vorrebbe realizzare qualcosa con tanti robottoni mecha, visto che in Death Stranding, non c’è stato molto su cui lavorare in questo ambito, per far sbizzarrire la fantasia ancora una volta di Shinkawa.

A proposito di Death Stranding, nel corso dell’intervista i due hanno discusso sul fatto che da molti questo titolo sia stato visto come molto strano, e lontano dai canoni videoludici AAA di questi ultimi tempi, molto più legati a meccaniche già rodate, d’azione e su franchise di sicuro affidamento che non rivoluzionino troppo l’idea di un gioco per il mercato cui è rivolto.

Il gioco di cui è protagonista Norman Reedus è sicuramente molto particolare ma ha dalla sua una visione del mondo videoludico decisamente unica che però non è il limite estremo della Kojima Productions, a quanto hanno affermato. Infatti per Kojima e Shinkawa Death Stranding non è poi così strano. Anzi, i due hanno candidamente affermato di sentire il bisogno di realizzare videogiochi ben più strani di questo e spingersi ancora oltre.

Da quel che è noto, Kojima sta già lavorando a un nuovo videogioco, che da alcune voci di corridoio sembrerebbe essere un horror, ma nel prossimo futuro della sua software house, ha già in cantiere ben più di un progetto.

Mondo videoludico e manga non bastano, Kojima ha ribadito che gli piacerebbe lavorare anche nel campo cinematografico, il game designer e game director ha affermato che lavorerà sicuramente su un altro ambizioso gioco, cioè un grande progetto con una robusta produzione dietro. Ma non è tutto, perché il futuro per lui non è solo in grande, ma ha anche l’intenzione di lavorare su videogiochi più piccoli, magari ad episodi e con uscita esclusivamente in formato digitale. L’idea è quella di continuare in parallelo sia a sviluppare grossi progetti sia dedicarsi a piccoli giochi in cui ha più libertà d’azione e inventiva.

Quel che è certo è che molto c’è da aspettarsi nel futuro della nuova Kojima Productions, tra nuovi progetti mezzi svelati, alcuni mezzi spoilerati e altri top secret. Per adesso, tra le novità in dirittura d’arrivo, sappiamo solo che ci sarà l’uscita di Death Stranding anche su PC, con finestra di lancio su questa nuova piattaforma per la prossima estate.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui