Per il candidato Joe Biden i videogiochi insegnano ad uccidere

Nuova gaffe nella campagna USA.

0

Con poca provocazione e nonostante nessuno lo avesse chiesto, l’ex vicepresidente degli Stati Uniti e candidato presidenziale per il 2020 Joe Biden essenzialmente ha definito gli editori di videogiochi “arroganti piccoli serpenti”.

Non certo una gaffe da poco, dato che gli attuali leader democratici (Joe Biden, Bernie Sanders ed Elizabeth Warren) sono entrati forse nel momento più critico dell’intera competizione, un punto in cui tutto ciò che dicono e fanno, o sono accusati di aver detto o fatto, viene esaminato approfonditamente da esperti, elettori e partito repubblicano.

In un’intervista con il New York Times, all’ex vicepresidente è stato chiesto se avesse qualche rimpianto per l’espansione rapida e incontrollata dei giganti della tecnologia della Silicon Valley durante il suo mandato sotto Barack Obama. Qui Biden ha espresso alcune osservazioni particolarmente pungenti sul settore tecnologico, denunciando una “arroganza” non tollerabile e dicendo che i programmatori si credono artisti che insegnano come uccidere le persone:

Comunque non è una novità che i politici, americani o meno, abbiano nei videogiochi un bersaglio sempre apprezzato…

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui