Birds of Prey: darà vita a un franchise?

L'attrice sulla struttura narrativa non lineare del film, mentre un'altra delle produttrici parla dell'ipotesi franchise.

0

Manca sempre meno all’uscita nelle sale del film DC tutto al femminile, Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn: in una recente intervista a Variety, una delle protagoniste nonché produttrici Margot Robbie, ha avuto modo di parlare ampiamente del film e del suo processo di creazione, che l’ha vista coinvolta insieme alla sceneggiatrice Christina Hodson.

“Lei ed io lavoriamo in modo simile, abbiamo preso tanti riferimenti dai fumetti che ci hanno colpito, dai diversi film che amiamo e ci siamo orientate verso l’idea di non avere una struttura fissa, essendo Trainspotting uno dei nostri film preferiti.

Un film del  genere si  guarda, poi si analizza scena per scena, minuto per minuto, e ci si accorge che sembra avere una struttura divisa in tre atti. E continuando a guardare film del genere, ci siamo chieste come abbiano fatto a dare una meravigliosa sensazione di caos ordinato. Da queste riflessioni è nata l’idea di una struttura narrativa non lineare” le paroel dell’attrice.

Un’altra delle produttrici, Sue Kroll, sempre a Variety ha parlato della possibilità che il film possa dar vita ad un franchise, con sequel e spin-off. “Tutto ciò che ha successo può diventare un franchise” le concise parole della Kroll, che rimandano dunque la questione a dopo l’uscita nelle sale del film: un eventuale successo, potrebbe stimolare diverse idee.

In precedenza la stessa Kroll, insieme a  Bryan Unkeless, ha avuto modo di parlare delle caratteristiche di Maschera Nera, interpretato dall’amato attore Ewan McGregor.

“Per noi era importante che avesse degli inaspettati comportamenti da cattivo, a tratti risulta anche simpatico e affascinante, no? Non abbiamo optato per la classica opzione di cattivo “pesante”. Ewan McGregor con la sua esperienza può portare umanità anche ad un villain” le parole di Unkeless.

La Kroll aggiunge: “Il curriculum che Ewan McGregor ha ci ha permesso di rappresentare un villain con tante sfumature. Roman è un personaggio complicato, non è né bianco né nero e questo a tratti lo rende molto divertente.

Non è uno dei villain DC più famosi, quindi la sua storia, le sue motivazioni, il modo in cui affronta le situazioni, tutto risulta inaspettato e sorprendente. Ci si ritrova ad amarlo ed odiarlo allo stesso tempo e credo che questo sia unico”.

Di seguito, la sinossi di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn:

Quando il malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, puntano il bersaglio su una ragazza di nome Cass, la città viene sconvolta per cercarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi perfronteggiare Roman.

Nel film Warner Bros. Pictures, Margot Robbie ritorna come Harley Quinn, al fianco di Mary Elizabeth Winstead come Cacciatrice; Jurnee Smollett-Bell nel ruolo di Black Canary; Rosie Perez Renee Montoya; Chris Messina nel ruolo di Victor Zsasz; ed Ewan McGregor nel ruolo di Roman Sionis. La debuttante Ella Jay Basco recita nel ruolo di Cassandra “Cass” Cain.

Diretto da Cathy Yan da una sceneggiatura di Christina Hodson, il film è basato su personaggi  DC Comics. La Robbie ha anche prodotto il film, insieme a Bryan Unkeless e Sue Kroll. I produttori esecutivi della pellicola sono Walter Hamada, Galen Vaisman, Geoff Johns, Hans Ritter e David Ayer.

L’uscita di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, distribuito da Warner Bros., è attualmente prevista per il 6 febbraio 2020.

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui