Star Wars: L’Ascesa di Skywalker – Lucasfilm ha proposto il ritorno di un personaggio

Il co-sceneggiatore Chris Terrio parla dell'idea del ritorno di Palpatine, nonché delle scelte per conclude una saga durata nove film.

0

In una recente intervista a AwardsDaily, il co-sceneggiatore Chris Terrio ha svelato alcuni retroscena dietro la realizzazione di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker (dopo il lungo silenzio a cui è stato comprensivamente obbligato durante i mesi prima dell’uscita) rivelando come il ritorno di Palpatine sia un’idea Lucasfilm, nello specifico della direttrice generale Kathleen Kennedy.

ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER PER IL FILM

Kathy Kennedy e Michelle Rejwan avevano un piano ben preciso circa la fine dell’intera storia, specie su alcuni segni narrativi. Per il resto, ci hanno dato grande libertà nel muoverci intorno a questi punti fissi.

Sapevamo che Rey e Kylo Ren erano assolutamente fondamentali per questa nuova trilogia e sentivamo che dovevano trovare un modo per far redimere Kylo. Questa cosa è stata impostata fin dall’inizio, dal primo film, c’è sempre stato grande conflitto in lui, è stato corrotto da qualcosa più grande di lui e ha fatto molte scelte  sbagliate lungo la strada.

J.J. (Abrams, ndr) e io volevamo trovare un modo per farlo riscattare e che le cose diventassero più difficile, anche a causa della morte di Snoke in Episodio VIII. All’inizio dell’ultimo film quindi, apparentemente, è Kylo Ren il più grande cattivo della galassia.

Ma dovevano trovare un altro antagonista contro cui i ‘buoni’ potessero combattere, abbiamo indagato su quale fosse stata la fonte di tutto questo male per anni e anni; così, abbiamo iniziato a coltivare l’idea del ritorno di un vecchio male non ancora morto.

La fonte del male di tutta la galassia è questo spirito oscuro che aspetta la sua vendetta e la sua nuova occasione: l’entità conosciuta come Palpatine (perché il suo corpo è morto ne Il Ritorno dello Jedi) è paziente, ha atteso a lungo tramando nell’ombra e ha aspettato la sua occasione per ristabilire il suo completo dominio.

Non posso parlare delle intenzioni di Kathy con Palpatine, è qualcosa di cui si è sicuramente discusso a lungo anche prima del mio arrivo, ma la visione è sempre stata generale, di nove film che per anni hanno raccontato la stessa storia.

Anche se la fine di Episodio VII e l’inizio di Episodio VIII non sembravano appartenenti alla stessa storia, ma quando si guardano tutti i film precedenti a partire dall’ultimo le cose iniziano ad avere un senso. La devozione di Ren per suo nonno, la voce che ha sempre sentito nella sua testa, la somiglianza fra Snoke e Palpatine.

Il piano è sempre stato che, una volta arrivati a Episodio IX, tutto ciò che accade ha perfettamente un senso e delle solide motivazioni. Tutto mostra come ci sia una storia di base combattuta ciclicamente attraverso le serie” le parole di Terrio.

Nel cast del film troviamo Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o, Domhnall Gleeson, Mark Hamill, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd,Naomi Ackie, Richard E. Grant,  Keri Russel, Anthony Daniels e  Billy Dee Williams, che riprenderà il ruolo di Lando Calrissian.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, dalla durata di 2 ore e 22 minuti, è attualmente proiettato in tutte le sale italiane.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui