Marvel: Erik Larsen contro le copertine ricolorate

Erik Larsen si scaglia contro le "riedizioni" delle copertine, avrà ragione?

0

Di recente, Erik Larsen ha avuto l’occasione di esprimere il proprio parere sulle riedizioni delle vecchie copertine realizzate per la Marvel durante gli anni 90′.

Il fumettista, conosciuto per essere uno dei fondatori dell’Image comics, ma celebre anche per il suo lavoro su Marvel Comics ha espresso tutta la sua disapprovazione nei riguardi delle cover “ricolorate”, ottenendo lungo il suo cammino approvazione anche da altri capisaldi dei comics classici di quegli anni, come John Byrne e in generale di chiunque altro sia dotato di buon gusto.

Larsen, non è per niente fan delle vecchie copertine scarsamente ricolorate e quest’oggi ha utilizzato Twitter per esprimere tutto il suo disappunto sulla questione, prendendo come esempio la copertina del fumetto Marvel Comics Presents #48.

“I Coloristi prendessero nota: ecco come incasinare un disegno: Eliminate i dettagli essenziali (come un edificio da cui Wolverine avrebbe potuto saltare) e aggiungete c****e random che disegnerete voi stessi, che siano strane con il disegno, come le nuvole dei Simpson, un oceano e la curvatura della Terra.”

Il fumettista ha poi continuato a lamentarsi dell’immagine aggiungendo che per la texture applicata all’acqua, il colorista che l’ha colorata dovrebbe essere arrestato.

“Dovrebbe essere portato dietro il fienile ed essere ucciso con una pala.”

Il duro parere di Larsen, avrebbe generato nel tempo una lunga serie di risposte da parte di colleghi e amici del settore. Lo stesso Ryan Ottley, disegnatore di Invincible e della recente run Amazing Spider-Man, è intervenuto sull’argomento, spiegando quale dovrebbe essere il vero ruolo della colorazione.

“Wow. Si. I nuovi colori interrompono completamente il flusso visivo. Un colorista non dovrebbe mettere sottosopra la composizione che ha creato il disegnatore, loro devono accentuare l’illustrazione, non devono portare l’occhio altrove.”

Larsen ha poi aggiunto:

“Il disegno originale è lontano dall’essere perfetto. Il colorista ha fatto due grandi sbagli evidenziando gli occhi di Wolverine, ma almeno non ha aggiunto un bagliore a ognuno dei suoi f*****i artigli.”

Nel corso del tempo con l’avanzare di tecniche nuove di colorazione, il modo di colorare i fumetti è profondamente cambiato. Soprattutto nei fumetti Marvel, la colorazione tradizionale è stata soppiantata da quella in digitale. Tuttavia, è bene che le vecchie copertine rimangano così come sono state concepite al tempo di produzione, probabilmente anche nel rispetto degli autori originali. Voi cosa ne pensate a riguardo?

Erik Larsen Says Colorist Who Poorly Recolored Marvel Comics Presents #48 Cover Should Be Killed With a Shovel

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui