Dragon Ball: la difficoltosa creazione del Super Saiyan 4

Il creatore del Super Saiyan di 4° livello, Katsuyoshi Nakatsuru, rivela il percorso di ideazione della trasformazione apparsa in Dragon Ball GT.

0

In Giappone e negozi online Shueisha, sotto l’etichetta di Jump Comics, ha pubblicato la versione “anime-comics” di Dragon Ball GT, ovvero il manga che raccoglie i fotogrammi della serie animata omonima prodotta da Toei Animation in un vero e proprio fumetto con baloon, composta per il momento da tre volumetti tankobon.

I tre volumetti narrano l’arco narrativo dei Draghi Malvagi e in occasione della pubblicazione è stata anche diffusa un’intervista a Katsuyoshi Nakatsuru, storico animatore presso Toei Animation che ha offerto il suo contributo dai primi tempi della serie anime di Dragon Ball sino a diventarne key director e character designer.

Parlando di Dragon Ball GT, poichè è l’oggetto dell’articolo, il maestro Nakatsuru ha svolto il ruolo di character designer ed stato colui che ha realizzato lo stadio del tanto amato Super Saiyan 4.

L’intervista presente nei volumetti manga parla proprio dell’ideazione e realizzazione finale del Super Saiyan 4. L’utente di Twitter @Cipher_db l’ha riportata e tradotta, pertanto ecco a voi le parole dell’animatore giapponese:

Prima di giungere all’idea di uno stadio furioso generato dalla trasformazione in Oozaru, ero preoccupato su come presentare un’evoluzione che apparisse anche solo visivamente più forte del Super Saiyan 3. Il corpo del Super Saiyan 4 appare senza maglia e questo elemento ha aiutato ancor più a trasmetterne la forza.

Inoltre non avevo notato l’incongruenza tra lo schema dei vestiti del Super Saiyan 4 e l’outfit base di Goku fino a che non avevo sottoposto il design, e sia i capelli che gli occhi sono stati pensati avendo in mente gli attori degli spettacoli Kabuki.

Penso che il sottile cambiamento nel design dell’addome e nel posizionamento della pelliccia nella versione finale potrebbe essere stato dovuto a un suggerimento dello stesso Akira Toriyama“.

Possiamo guardare di seguito il design abbozzato del Super Saiyan di 4° livello del maestro Nakatsuru:

Il manga di Dragon Ball GT ha ripreso ufficialmente la sua serializzazione su Saikyo Jump (Shueisha) e rispetto all’edizione in rivista, il livello cromato in stampa dei volumi sarà il medesimo e l’originale visto nei fotogrammi nella serie animata.

Al momento non sappiamo se l’edizione in volume dell’anime-comic di Dragon Ball GT arriverà in Italia, ma non appena ne sapremo di più vi informeremo.

L’inizio dell’adattamento era cominciato nell’ormai lontano dicembre del 2013 e ricordiamo, sottolineando, che non si tratta di storie inedite.

Dragon Ball GT è il sequel spirituale non ufficiale della serie originale creata da Akira Toriyama che ha ottenuto il suo discreto successo mediante la serie animata. Il progetto è andato in onda in Giappone dal 1996 al 1997, mentre in Italia nel 2001.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui